Archivi Blog

Italrugby il sogno è finito

Duro placcaggio su Totò Perugini. Ap

Il tanto atteso appuntamento con la storia non ci sarà. La nazionale azzurra di rugby si ferma al terzo posto nel proprio raggruppamento, dietro Nuova Zelanda e Scozia, e non raggiunge l’obiettivo storico dei quarti di finale in un mondiale.
La partita decisiva contro gli scozzesi vive sull’atteso equilibrio ma alla fine premia i nostri avversari. A decidere è il piede di Paterson: sei calci piazzati, 18 punti, perfetto. L’Italia si ferma a 16 con una meta bellissima di Troncon, trasformata da Bortolussi che realizza anche tre piazzati, ma ne sbaglia altrettanti. Finisce male per gli azzurri sconfitti senza subire una meta ed eliminati da una squadra apparsa alla nostra portata. 
C’è rabbia ma anche l’orgoglio di uscire a testa alta. Grazie comunque.  

Riccardo Marchese

Annunci

Ma il bicchiere è mezzo vuoto

Alessandro Fei in attacco contro la Russia. AnsaIl mercoledì delle nazionali è più decisivo del sabato. Lo scorso fine settimana gli unici a sorridere furono gli azzurri del volley, un pari nel calcio e due sconfitte (nel rugby e nel basket) completarono il quadro.
Il bilancio sulla carta migliora (arrivano due importanti vittorie), ma i risultati definitivi sono pessimi.

BASKET La débâcle con la Germania ha un effetto devastante, addio quarti di finale che vuol dire anche addio a Pechino 2008. Il rammarico è forte perché i tedeschi erano avversario non irresistibile, soprattutto con un Nowitzki non in giornata positiva.

VOLLEY La delusione maggiore arriva proprio dagli uomini di Montali, battuti dalla Russia padrona di casa 3-2 ed eliminati dall’Europeo.
Un clamoroso insuccesso visto che dal 1989 salivamo sempre sul podio e che avevamo vinto le ultime due edizioni.
I rimpianti sono soprattutto per la partita persa 3-0 contro la Bulgaria, e nel vedere in semifinale la Finlandia, già battuta nel girone.   

RUGBY Vittoria serviva e vittoria è stata. Ma la prestazione offerta contro la Romania lascia dei dubbi. Finisce 24-18 con mete di Dellapè e meta tecnica. Da segnalare gli 11 punti arrivati dal piede di Pez.
Prossimo avversario sarà il Portogallo, mercoledì 19 alle 20:00.

CALCIO La preziosa vittoria (1-2) in casa dell’Ucraina è parzialmente rovinata dal clamoroso successo della Scozia in Francia. Decisive per gli azzurri sono la doppietta di Antonio Di Natale e le parate di Buffon.
In classifica cambia tutto ma per noi praticamente non cambia nulla. Per essere sicuri di un posto ad Euro 2008 bisognerà vincere le tre restanti partite (Georgia in casa, Scozia fuori e Far Oer in casa) oppure sperare in un passo falso di scozzesi o francesi (che devono ancora affrontare l’Ucraina di Sheva, in gol contro di noi). La nuova situazione vede: Scozia 21, Italia 20, Francia 19, Ucraina 13 con una partita in meno.

Riccardo Marchese

Italie senza acuti

Fabio Cannavaro, leader della difesa. AfpIl ricchissimo fine settimana sportivo si rivela agrodolce per le nostre squadre nazionali. Vince solo l’Italvolley, pareggiano gli azzurri del calcio, arrivano sconfitte dal basket e dal rugby.
Comunque nessun verdetto definitivo, per tutte ci saranno altre occasioni.

RUGBY L’esordio nel mondiale non poteva essere più duro: la Nuova Zelanda, favorita per la vittoria finale, ci travolge 76-14.
Il primo tempo si chiude con un pesante 43-0 poi le due mete azzurre, realizzate da Stanojevic e Mirco Bergamasco, rendono tutto meno amaro. Il nostro mondiale ricomincerà con la Romania, poi Portogallo e infine Scozia. 

VOLLEY Dopo la vittoria sofferta all’esordio contro la Finlandia gli azzurri si ripetono con la Croazia. L’Europeo almeno in questa prima fase si mette in discesa, ma le avversarie per il titolo da difendere saranno altre.

BASKET Il pronostico ci vedeva battuti in partenza, invece noi ci battiamo sul campo e ce la giochiamo alla pari con i lituani. Finisce con una sconfitta 79-74 che lascia ben sperare per le due prossime decisive partite contro Turchia e Germania.
Nel primo quarto i baltici scappano 21-13, ma nel secondo gli azzurri reagiscono e grazie ad una tripla di Soragna sulla sirena risalgono a -1 (40-39). Nella ripresa regna l’equilibrio e si va all’ultimo riposo con lo stesso distacco (62-61). Il parziale decisivo è però a favore dei lituani che controllano e ringraziano un perfetto Kaukenas, 22 punti e grande continuità in tutto l’incontro. 

CALCIO L’attesa ennesima sfida con i francesi finisce con un pareggio a reti bianche, sicuramente più favorevole a loro che a noi.
I problemi italiani sono in attacco dove Inzaghi si dimostra inadatto a giocare da unica punta centrale e Del Piero è totalmente avulso dal gioco, fuori posizione da esterno sinistro. 
La situazione nel girone ora si fa più complessa, la Scozia ci sopravanza e per non correre pericoli servono tre punti in casa dell’Ucraina, sperando che i francesi facciano altrettanto proprio con la Scozia.

Riccardo Marchese

Sei Nazioni: Italia vince in Scozia

L’Italia del rugby all’ottava partecipazione nel torneo Sei Nazioni ottiene la sua prima vittoria in trasferta. L’impresa avviene allo stadio Murrayfield di Edimburgo in Scozia, il punteggio finale è di 37-17. Segnali positivi erano arrivati già dalla sfida ai campioni del mondo dell’Inghilterra, durante la quale gli azzurri avevano realizzato anche una meta. Il prossimo incontro al Flaminio contro il Galles potrebbe portare per la prima volta ad un doppio successo nella stessa edizione del torneo europeo più importante.

    Riccardo Marchese

Rugby, lo storico successo dell'Italia