Chartres2012 – Bianchi oro, Lestingi bronzo

L’italia chiude gli Europei di nuoto in vasca corta con lo splendido oro di Ilaria Bianchi nei 100 farfalla (56″40 nuovo record italiano) e il bronzo del ritrovato Damiano Lestingi nei 100 dorso (51″35). La spedizione azzurra ha raccolto in Francia 9 medaglie: 4 ori, 2 argenti e 3 bronzi.

L’Italia del nuoto chiude la quattro giorni di Chartres, per gli Europei in vasca corta, con un totale di nove podi, quanti ne ottenne lo scorso anno a Stettino. Le ultime medaglie che si aggiungono al bottino azzurro le portano in dote Ilaria Bianchi, oro nei 100 farfalla e Damiano Lestingi, bronzo nei 100 dorso.

CERTEZZA BIANCHI – Dal bronzo di Stettino all’oro di Chartres. In un anno Ilaria Bianchi è diventata un punto di riferimento per la nazionale di nuoto azzurro: il quinto posto olimpico, i successi in Coppa del Mondo, il record italiano in vasca corta. Una crescita continua che non poteva fermarsi qui in Francia. Anzi. La delfinista di stanza a Bologna ha dominato i 100 farfalla, la sua gara preferita: miglior crono delle batterie, miglior tempo d’accesso alla finale, per chiudere con il titolo europeo conquistato in rimonta e accompagnato dal nuovo record italiano. A cancellare sé stessa e non di poco: dal 56″86 di Berlino (circa un mese fa) al 56″40 odierno. Alle sue spalle la belga Buys e la danese Ottesen, scappata via nei primi 50 metri ma annichilita dal grande ritorno dell’azzurra nei secondi 50 metri.

RINASCITA – Dopo due anni Damiano Lestingi si ritrova e torna ad un risultato di prestigio internazionale: medaglia di bronzo europea nei 100 dorso. Dal doppio argento di Eindhoven nel 2010 a questo terzo posto che ha il sapore di un futuro ritrovato. I francesi fanno doppietta con Stravius (49″70) e Stasiulis, Lestingi chiude in 51″35, bruciando l’israeliano Barnea. Ottimo quinto posto per l’altro azzurro in finale, Fabio Laugeni, capace di ripetere al centesimo il suo primato personale ottenuto in semifinale. Per lui il futuro è ancora tutto da scoprire.

MISTA – Quinto posto per la staffetta mista femminile con Arianna Barbieri (27″17 nel dorso), Chiara Boggiatto (30″85 la sua frazione a rana), Ilaria Bianchi (25″83 per la delfinista) e Silvia Di Pietro (24″52 la sua chiusura a stile libero) che chiudono in 1’48″37. Vince la Danimarca in 1’47″41.

BILANCIO – La Nazionale azzurra lascia Chartres con nove medaglie (4 ori, 2 argenti e 3 bronzi), il quinto posto nel medagliere (dominato dalla Francia), il secondo posto nel trofeo per Nazioni, e l’incredibile numero di 38 primati personali.Una bella iniezione di fiducia dopo il flop olimpico, anche se parliamo di livelli totalmente differenti. Già più complicato sarà l’esame Istanbul, fra due settimane: mondiali in vasca corta, un deciso passo in più per capire fino a che punto è guarita l’Italnuoto.

Riccardo Marchese
(per Vavel Italia)

Annunci

Pubblicato il 27 novembre 2012, in 2012, Nuoto con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: