Il punto sulla A – 9^ Giornata

La Juventus espugna Catania fra le polemiche, il Napoli supera di misura il Chievo al San Paolo, l’Inter passa 3-1 a Bologna: fuga a tre per la vittoria? La Lazio si ferma a Firenze (che gol per i viola!), la Roma crolla in casa con l’Udinese (da 2-0 a 2-3 come con il Bologna). Respira il Milan grazie al solito El Shaarawy.


La questione è semplice. Mettere sei teste a discutere su qualcosa che devono ricostruire mentalmente, a distanza di più di mezzo minuto, quando contro hanno 30 telecamere e milioni di persone che attendono la loro decisione, può avere effetti devastanti. A Catania l’esperimento degli arbitri di porta ha perso vigore: gol dei padroni di casa con Bergessio, l’assistente Maggiani convalida la rete, Rizzoli lo richiama facendogli notare un ulteriore tocco in area di un calciatore etneo; tocco che per Maggiani mette in offside l’attaccante argentino. Il tocco (di Lodi) c’è, ma il fuorigioco di Bergessio no. Dopo 50 secondi di consulto una decisione corretta diventa sbagliata. Tempi lunghissimi che portano al solito dubbio: e se al posto di due arbitri in più il quarto uomo avesse avuto semplicemente un monitor?
Gol regolare tolto al Catania, gol irregolare concesso nel secondo tempo alla Juventus. Un disastro! Via con il tormentone della sudditanza psicologica, del campionato falsato, della solita Juve. Tutto ciò che non serve in questo momento ad un campionato malato come il nostro.

La povertà tecnica di questo week end è allarmante. Dall’anticipo Siena-Palermo (bruttissimo 0-0) al posticipo del Napoli, che senza Cavani fatica il triplo per sbloccare il match contro il Chievo. Insigne deve maturare tanto, imparare a giocare a calcio con gli altri, perché farlo da soli è un’altra cosa. I partenopei resistono al secondo posto, ma la forza con cui sta arrivando l’Inter da dietro è spaventosa. Per i nerazzurri cinque vittorie su cinque dopo il cambio di modulo, a dimostrazione che basta un po’ di equilibrio e del talento in attacco per scalare questa classifica.

Vanno via in tre. La Lazio perde a Firenze (altre polemiche per errori arbitrali) e rimette in gioco il ruolo di quarta forza del torneo. La Fiorentina in casa è una macchina: 4 vittorie e 1 pareggio con 7 gol segnati e solo 1 subito (per giunta ad agosto). I viola di Montella (2-0 ai biancocelesti con le perle di Ljajic e Toni) sono la vera originalità del campionato. Si aspetta il primo successo in trasferta per la consacrazione.

Implode la Roma. I giallorossi non hanno vie di mezzo: dalla super rimonta a Genova al tracollo, con rimonta subita, contro l’Udinese. Una conferma dell’anormalità della squadra di Zeman, capace di tutto e del suo contrario. Una giostra che fra estasi e sciagure non paga in classifica. I friulani, senza 2/3 della difesa titolare, sono annientati nella prima mezzora, vanno sotto 2-0 e non potrebbero mai riuscire a ribaltare l’esito della sfida contro un avversario normale. Invece ci riescono con il consueto Di Natale, che trasforma il rigore del definitivo 2-3 con un cucchiaio, in casa di Totti, con Maicosuel che corre ad abbracciarlo.

Chi vince balza in avanti, merito della classifica corta. Tre successi di fila portano il Cagliari dal penultimo posto alla zona tranquillità, tre vittorie per 1-0, l’ultima in casa di una Sampdoria sempre più in crisi: 4 sconfitte consecutive e soli 2 punti ottenuti nelle ultime 6 giornate per i doriani.
Bastano due vittorie per cambiare volto alla stagione del Parma che dopo la Samp in casa, espugna l’Olimpico di Torino (altra squadra non in salute con 1 punto nelle ultime 3 partite e nessuna vittoria in casa da quasi due mesi).

Boccata d’ossigeno per il Milan che batte 1-0 il Genoa con il decisivo gol di El Shaarawy (sono già 6 in campionato). Allegri rimette un bullone alla sua panchina, ma per ridare serenità all’ambiente serve di più. Infine, pari a reti bianche fra Pescara e Atalanta. In settimana turno infrasettimanale, sabato big match a Torino fra Juventus e Inter.

           La Top 11 della giornata                                            Classifica – 9^ Giornata

JUVENTUS 25
NAPOLI 22
INTER 21
LAZIO 18
FIORENTINA 15
ROMA 14
PARMA 12
UDINESE 12
CAGLIARI  11
CATANIA 11
SAMPDORIA (-1) 10
MILAN 10
TORINO (-1) 9
GENOA 9
ATALANTA (-2) 9
PESCARA 8
BOLOGNA 7
CHIEVO 7
PALERMO 7
SIENA (-6) 3

Riccardo Marchese
(per Vavel Italia)

Annunci

Pubblicato il 29 ottobre 2012, in 2012, Calcio con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. …non parliamo della Roma…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: