Con Scozzoli e Bianchi l’Italnuoto volta pagina

Dopo i tre ori di Mosca, l’enplein di Berlino. Successi in Coppa del Mondo che candidano Fabio Scozzoli e Ilaria Bianchi a diventare la nuova coppia vincente del nuoto azzurro. Lontani da copertine e pettegolezzi, ma protagonisti fra le corsie.

Da Stoccolma a Berlino, con una crescita continua ed impressionante. La World Cup di nuoto, evento che apre la stagione invernale in vasca corta, premia con l’andare dei giorni (e delle tappe) la squadra azzurra. Dai bronzi di Stoccolma conquistati da Scozzoli nei 100 rana e Paltrinieri nei 1.500, all’exploit di Mosca e Berlino per mano dello stesso Scozzoli (4 ori individuali) e di Ilaria Bianchi (3 ori e 1 argento).

BERLINO – Non solo titoli, ma tempi che si abbassano e fanno sperare. Fabio Scozzolicala il poker e bissa la doppietta di Mosca: oro nei 50 rana in 26″31 (a soli due decimi dal suo primato italiano), oro nei 100 rana in 57″61 (ben 7 decimi meglio di quanto nuotato pochi giorni prima in Russia).
Migliora i suoi tempi ancheIlaria Bianchi, che il record italiano nei 100 farfalla lo ritocca e come:56″86, giù di altri 32 centesimi rispetto a Mosca. Primo posto come nei 50 farfalla, distanza in cui la ventiduenne bolognese si prende la rivincita su Inge Dekker (che l’aveva battuta in Russia). Dopo due vasche estremamente combattute il cronometro dice Bianchi 25″96, Dekker 25″98. Per l’azzurra è il record personale, nonché la miglior prestazione italiana con i costumi in tessuto.

SQUADRA – Scende sotto i 48″ anche Luca Dotto nei 100 stile libero. Il vicecampione europeo della distanza chiude al quinto posto con 47″93, mentre fallisce l’ingresso nella finale dei 50 (solo 11° con 22″22). Entra, invece, tre volte fra le migliori otto la dorsistaArianna Barbieri: quinta nei 50 (27″83), settima nei 100 (1’00″01) e ottava nei 200 (2’12″33). La forma arriverà.
Buona anche la prova di gruppo nelle nuove staffette miste (due uomini e due donne), innovazione che vedremo anche agli Europei in vasca corta di Chartres, in programma dal 22 al 25 novembre. Nella 4×50 mista Barbieri, Scozzoli, Bianchi e Dotto sono secondi in 1’41″64 alle spalle degli Usa; nella 4×50 sl l’Italia chiude invece ai piedi del podio (1’35″66 per Dotto, Santucci, Mizzau e Carli).
Prestazione positiva per Matteo Rivolta, bronzo agli Europei di Debrecen in vasca lunga. L’azzurro è giunto settimo nei 100 farfalla in 52″47 migliorando il suo personale di 52″54 nuotato nel 2011. Brava anche Diletta Carli, quinta nei 400 stile libero in 4’07″49.

Riccardo Marchese
(per Vavel Italia)

Annunci

Pubblicato il 23 ottobre 2012, in 2012, Nuoto con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: