Nuoto – Scozzoli e Bianchi ori azzurri in World Cup

A Mosca la striminzita rappresentativa italiana centra due ori nella quarta tappa della Coppa del Mondo, appuntamento che apre la stagione invernale in vasca corta. Vittorie per Fabio Scozzoli nei 50 rana e per Ilaria Bianchi nei 100 farfalla (col nuovo record italiano). 

Prima giornata di gare a Mosca per la quarta tappa di Coppa del Mondo in vasca corta e prime medaglie d’oro per l’Italia del nuoto, giunta qui in Russia con soli tre elementi: Bianchi, Scozzoli e Dotto. Un’Italnuoto che prepara la ricca stagione dei 25 metri: in novembre è in programma l’europeo di Chartres (in Francia, precisamente dal 22 al 25) e dopo sole due settimane il Mondiale di Istanbul (dal 12 al 16 dicembre).
Nella capitale russa non risuona l’inno di Mameli (le premiazioni sono molto rapide per lasciare spazio ad un programma intenso che si articola in soli due giorni) ma a portare sul gradino più alto del podio i colori italiani ci pensano Fabio Scozzoli ed Ilaria Bianchi.

FABIO C’E’ – Il forlivese Scozzoli si aggiudica i 50 rana – distanza in cui conquistò a Stettino 2011 il titolo di campione europeo in vasca corta – con il tempo di 26″51, precedendo sul podio il russo Geibel (26″74) e il neozelandese Snyders (27″00). Un successo che arriva a pochi giorni dal quarto posto ottenuto sulla stessa distanza a Stoccolma, nella precedente tappa della World Cup (con un crono di 26″98). Domani Scozzoli sarà impegnato nella gara dei 100 metri, in cui è stato terzo in Svezia (con 58″55).

ORO E RECORD – Grande prestazione di Ilaria Bianchi nei 100 farfalla. La bolognese, bronzo a Stettino 2011 e una delle poche note liete azzurre nell’ultima spedizione olimpica (ottimo 5° posto), domina le avversarie fin dal principio e chiude con grande convinzione la sua gara, stabilendo così il nuovo record italiano con 57″18 (abbassando di non poco il 57″42 che già le apparteneva). Un balzo in avanti incredibile per la ventiduenne delle Fiamme Azzurre rispetto al 58″94 nuotato meno di una settimana fa a Stoccolma.
Con lei salgono sul podio la svedese Hansson (57″76) e la russa Popova (58″42).

DOTTO – Primo nelle batterie del mattino (con 48″30), Luca Dotto lascia trasparire margini di miglioramento, ma resta lontano dal suo stato di forma ottimale. Nella finale del pomeriggio il vicecampione europeo di Stettino 2011 non va oltre la quinta piazza, peggiorando leggermente il proprio crono (chiude in 48″33). Domani nuovo importante test sulla mezza distanza.

 Riccardo Marchese
(per Vavel Italia)

Annunci

Pubblicato il 17 ottobre 2012, in 2012, Nuoto con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: