Londra 2012 – Marin in finale nei 400 misti

Subito sorprese dal nuoto olimpico: nei 400 sl squalifica per il campione in carica sud coreano Park (poi riammesso), nei 400 misti Phelps rischia, ma alla fine la beffa è per Cseh. Tra gli azzurri bene Marin, unico italiano approdato alle finali del pomeriggio.

Brividi, eliminazioni eccellenti e prima finale italiana con Luca Marin. Comincia così l’avventura del nuoto fra le corsie ai Giochi olimpici di Londra. La notizia del giorno (la più clamorosa) è l’esclusione per qualche ora dalla finale dei 400 stile libero del coreano Park, campione olimpico e mondiale in carica, squalificato per falsa partenza dopo aver vinto la proprio batteria e riammesso nel pomeriggio. Rischia tanto anche Michale Phelps che alla fine entra nella finale dei 400 misti con l’ultimo crono. Beffa atroce invece per l’ungherese Lazlo Cseh, medaglia d’argento a Pechino, fuori per soli 7 centesimi: il magiaro e l’americano vanno in fuga, staccano il gruppo e non si curano del tempo. Le batterie seguenti sono più veloci e solo quando arriva il riepilogo definitivo Phelps può tirare un sospiro di sollievo. A Cseh resta il doppio rammarico di essere fuori dalla lotta per le medaglie e di aver perso la storica occasione di eliminare Phelps.

MARIN VAPoche banalità all’Acquatics Centre, dove i primi azzurri a tuffarsi sono Luca Marin e Federico Turrini nell’ultima serie dei già citati 400 misti. Destini alterni per i due: Marin fa l’impresa e chiude col sesto tempo complessivo in 4’13”02, confermando la tradizione dell’Italia nella specialità (sempre presenti in finale all’Olimpiade fin dal 1988!). Turrini chiude invece lontano dal pass per la gara del pomeriggio con 4’17”22. Il migliore è il giovanissimo giapponese – classe ’94 – Kosuke Hagino (4’10”01).

AZZURRI – Bene nei 100 farfalla Ilaria Bianchi che accede alle semifinali con il 12° tempo (58”42). Non sorridono di contro Samuel Pizzetti nei 400 stile libero e Stefania Pirozzi nei 400 misti. Il primo, medaglia di bronzo agli Europei di Debrecen un mese fa, non va oltre un modesto 3’50”93 (17° posto totale), in una gara che vede anche l’eliminazione del tedesco Paul Biedermann. Male la giovane campana Pirozzi nei 400 misti: parte forte (forse troppo), resta in linea con le avversarie fino a metà gara per poi crollare nella frazione a rana (4’45”61 il suo crono finale, più di 5 secondi sopra il suo personale).
Non impressiona ma scende sotto il minuto (59”99) ed ottiene il passaggio alle semifinali il ranista azzurro e campione europeo in carica sui 100 Fabio Scozzoli, quinto nella sua batteria e 12° nel riepilogo generale. Fuori invece Mattia Pesce (23° in 1’01”27).
Niente da fare neppure per la staffetta veloce delle ragazze: Alice Mizzau, Federica Pellegrini, Laura Letrari ed Erika Ferraioli fanno segnare il nuovo record italiano (3’39″74), ma non basta per entrare nella finale della 4×100 sl (chiudono dodicesime, la qualificazione era a 3’38″20).

SERATA – Nel tardo pomeriggio londinese torneranno dunque in acqua Luca Marin per la finale dei 400 misti (unica speranza azzurra per una medaglia oggi), quindi Ilaria Bianchi e Fabio Scozzoli nelle rispettive semifinali.

Il sito ufficiale dell’Olimpiade Londra 2012

Riccardo Marchese
(per Vavel Italia)

Pubblicato il 28 luglio 2012, in 2012, Nuoto, Olimpiadi con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: