Inverno azzurro

Alessandro Pittin vince la combinata nordica di Chauz Neuve, primo successo italiano di sempre nella disciplina. Daniela Merighetti trionfa nella discesa libera di Cortina: a nove anni dal suo ultimo podio in CdM (Are 2003 in gigante) arriva la prima vittoria in carriera.

Dopo la storica affermazione della staffetta azzurra del biathlon, ecco un nuovo fine settimana fantastico per l’Italia nelle discipline invernali. Arrivano due vittorie a loro modo storiche: Alessandro Pittin vince – primo azzurro di sempre – una gara in Coppa del Mondo di combinata nordica, Daniela “Dada” Merighetti fa sua la discesa libera di Cortina, primo successo personale in Coppa del Mondo e primo podio stagionale per l’Italia nelle discipline veloci, subito bissato dal 3° posto di Christof Innerhofer a Wengen.

NELLA STORIA Dopo la medaglia olimpica di Vancouver, i sette podi in Coppa del Mondo (di cui quattro in questa stagione), arriva per Alessandro Pittin la prima vittoria della carriera – e della storia italiana – in combinata nordica. Una crescita continua quella dell’atleta 21enne delle Fiamme Gialle, nella disciplina che mette insieme il salto con lo sci di fondo. È proprio in quest’ultima specialità che Pittin costruisce le sue prestazioni: a Chaux Neuve, in Francia, tredicesimo dopo il salto, rimonta fino alla testa del gruppo, piegando le resistenze dell’idolo di casa Jason Lamy Chappuis. Buona anche la prova d’insieme della squadra azzurra con il quarto posto di Lukas Runggaldier, staccato di meno di 1″ dal podio, terzo il tedesco Fabian Riessle.

SUPER DADA Il blitz a Cortina riesce alla grande: con una prova tanto maiuscola quanto inattesa (anche per la sua mano messa male) Daniela Merighetti, per tutti Dada, vince la discesa libera, sul pendio di casa, col tempo di 1’33″17 precedendo la statunitense Lindsey Vonn (+0.21) e la tedesca Maria Riesch (+0.40). Per l’atleta bresciana si tratta del primo successo in Coppa del Mondo, che arriva dopo ben nove anni dall’unico podio in carriera, conquistato in gigante ad Are nel 2003.
Non benissimo le altre azzurre: la migliore è Johanna Schnarf 16.a, mentre Elena Fanchini (ottima 5.a a Bad Kleinkirchheim la settimana scorsa) e Lucia Recchia sono addirittura fuori dalle prime 30.

RISVEGLIO VELOCE Serviva una scossa per risvegliare le squadre azzurre di velocità. Merighetti suona la carica a Cortina e i ragazzi rispondono in Svizzera: a Wengen, nella discesa più lunga della stagione, Christof Innerhofer trova il suo primo podio stagionale. La vittoria è andata all’atleta di casa Beat Feuz (2’35″31), 2° posto per l’austriaco Hannes Reichelt (+0.44), 3° “Inner” (+0.49). Buon 7° posto anche per Peter Fill, che eguaglia il suo miglior piazzamento stagionale.

Il sito della Fis (Federation Internationale de Ski)

Riccardo Marchese

Annunci

Pubblicato il 14 gennaio 2012, in 2012, Altro, Sci con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: