Archivio mensile:luglio 2011

Shanghai 2011 – Pellegrini e 4×100 sl maschile in finale

Federica Pellegrini entra nella finale dei 400 stile libero con il miglior crono (4'04"76). Avanti la staffetta 4×100 maschile: terza in 3'13"61. Samuel Pizzetti fuori di un soffio nei 400 sl. Finali dalle ore 12.00.

Entrano nel vivo i Mondiali di Nuoto di Shanghai con le prime gare del nuoto in piscina. E si parte purtroppo con una delusione per i colori azzurri: Samuel Pizzetti resta fuori dalla finale dei 400 stile libero per 24/100, primo degli esclusi nonostante il secondo posto in batteria e il suo nuovo primato personale, 3'47"12. Una prestazione che lascia comunque presagire l'ottimo momento di forma del nuotatore italiano, solida speranza in ottica 800 e 1500 sl.

C'è poco altro di buono per l'Italnuoto in questa prima giornata di gare, fino all'ingresso in acqua di Federica Pellegrini. Lontanissimi dal pass in semifinale Ilaria Bianchi nei 100 farfalla (1'00"36), Marco Belotti nei 50 farfalla (24"19) e Alessia Polieri nei 400 misti (2'18"69).
Poi entra in acqua Federica e le cose cambiano: domina la sua batteria ed entra nella finale dei 400 stile libero con il miglior tempo, un 4'04"76 nuotato senza grande apporto di gambe. Dietro di lei la francese Camille Muffat (4'05"62) e la neozelandese Lauren Boyle (4'05"86). Apparse non brillantissime invece la britannica Rebecca Adlington (7.a con 4'07"38) e la statunitense Kathryn Hoff (8.a ed ultima qualificata con 4'07"93).

Non avrà vita facile Fabio Scozzoli nei 100 rana. L'azzurro si qualifica per la semifinale con il quinto tempo (1'00"14), ma sono addirittura in tre a scendere già dal mattino sotto la soglia del minuto: il norvegese Dale Oen (59"71), il neozelandese Snyders (59"94) e il giapponese Kitajima (59"96). Eliminato l'altro italiano Mattia Pesce (1'01"25).

Combatte ed entra in finale con un eccellente terzo posto la staffetta veloce maschile. Luca Dotto, Marco Orsi, Michele Santucci e Filippo Magnini chiudono in 3'13"61 (stesso tempo della Russia), meglio fanno solo la Francia (3'12"09) e gli Usa (3'13"50). Sarà durissima trovare spazio sul podio.

Appuntamento con semifinali e finali dalle ore 12.00 italiane.

Riccardo Marchese

Il sito ufficiale dei Mondiali di nuoto Shanghai2011

Omega Timing: risultati e tempi ufficiali

I Mondiali di nuoto 2011 su Wikipedia

Finalmente Cadel

A 34 anni Cadel Evans conquista il Tour de France. Dopo piazzamenti, infortuni e tanta sfortuna l'australiano della Bmc vince il suo primo grande giro.

Il sito ufficiale del Tour

Speciale Tour de France 2011: risultati, tappe, maglie… (Wikipedia)

Shanghai 2011 – Il fondo chiude con un bronzo

Nella 25 km femminile è medaglia per Alice Franco. L'azzurra, schierata al posto di Giorgia Consiglio, si piazza terza alle spalle della brasiliana Cunha e della tedesca Maurer. Ritiro per Valerio Cleri tra gli uomini.

L'Italia del fondo chiude il suo Mondiale cinese senza titoli iridati ma con la seconda medaglia. Dopo lo straordinario argento di Martina Grimaldi nella 10 km, Alice Franco è di bronzo nella 25 km, gara alla quale non avrebbe neppure dovuto partecipare. A cambiare i programmi e la storia è stata la crisi di panico di Giorgia Consiglio nella gara d'esordio.

FATICA Quasi 5 ore e mezza di bracciate nell'acqua bollente del bacino cinese (acqua costantemente sopra i 30°) per mettersi al collo la prima medaglia mondiale della carriera. Alice Franco ha chiuso al terzo posto, staccata di 8" dalla brasiliana Ana Marcela Cunha, vincitrice davanti alla veterana tedesca Angela Maurer. Quinto posto per Martina Grimaldi, ennesima conferma dell'ottimo livello della squadra italiana che torna a casa con un argento, un bronzo e tre sfortunati legni (Bruni, Bolzonello e 5 km a squadra).

CLERI KO Maratona delle acque sfortunata per gli uomini. Edoardo Stochino e Valerio Cleri si sono ritirati a causa delle esasperate condizioni ambientali. L'oro è andato al bulgaro Petar Stoychev che ha coperto la distanza in poco più di 5 ore ed ha preceduto di 35" il russo Vladimir Dyatchin e di 38" l'ungherese Csaba Gercsak.

TUFFI Nulla da fare per Francesco Dell'Uomo (355.40 punti) e Maicol Verzotto (342.15 p.). Entrambi sono eliminati nella prima selezione della piattaforma (andavano in semifinale i migliori 18).
Finora l'Italia che sorride a Shanghai è solo quella rosa.

Riccardo Marchese

Il sito ufficiale dei Mondiali di nuoto Shanghai2011

Omega Timing: risultati e tempi ufficiali

I Mondiali di nuoto 2011 su Wikipedia

Shanghai 2011 – Qualche delusione di troppo

Valerio Cleri solo 11° nella 10 km di fondo, Italia quarta nella 5 km a squadre. Male nei tuffi Noemi Batki e Michele Benedetti.

Due giorni con poco azzurro sotto il cielo plumbeo di Shanghai. L'Italia del fondo, che troppo bene ci aveva abituato negli ultimi anni, non va – per ora – oltre l'argento di Martina Grimaldi.
Delude soprattutto Valerio Cleri nella 10 km: fuori dal giro delle medaglie ma soprattutto fuori per un soffio dai migliori 10, quelli che staccano il pass per Londra. La gara è vinta dal greco Gianniotis, davanti al tedesco Lurz e il russo Bolshakov.
Per Cleri nulla è perduto: all'Olimpiade ci si potrà qualificare il prossimo giugno a Setubal (in Portogallo, 9 posti a disposizioni delle nazioni senza qualificati), per la medaglia c'è ancora la gara dei 25 km, quella dell'oro mondiale a Roma e del titolo europeo dello scorso anno nel lago Balaton

TEAM EVENT La cronometro a squadre delle acque, prima volta in un mondiale, premia per 1"2 gli Stati Uniti a discapito dell'Australia. L'oro va a Andrew Gemmell, Sean Ryan e Ashley Grace Twichell, bronzo per la Germania del solito Thomas Lurz. L'Italia, rappresentata da Luca Ferretti, Nicola Bolzonello e Rachele Bruni, chiude al quarto posto con poco più di 16" di distacco dai tedeschi.

TUFFI Brutte notizie dall'Italia che salta, carpia e si avvita. Noemi Batki, campionessa europea in carica e per questo già qualificata a Londra, chiude mestamente al 26° posto le eliminatorie della piattaforma (10 metri).
Fuori dopo i primi tuffi anche Tommaso Marconi e Michele Benedetti nella gara del trampolino da 3 metri. Passavano in semifinale i primi 18, ma gli azzurri chiudono al 20° (Tommaso con 391.05 punti) e 26° posto (Michele 384.60 p.). Grande rammarico per la prova di Benedetti: tre tuffi di alto livello lo posizionano al 6° posto a metà gara (222.90 p.), poi il crollo, a partire dal brutto doppio e mezzo indietro che lo riporta sul filo del rasoio. Il triplo e mezzo rovesciato è un azzardo che non paga e il doppio e mezzo rovesciato con avvitamento, finito scarso, resterà l'ultimo tuffo mondiale di Michele Benedetti.

DOMINIO Difficile riassumere con un'altra parola ciò che sta facendo la Cina padrona di casa nei tuffi. Sette vittorie in sette finali disputate, più precisamente 4 ori nei sincro e addirittura 3 doppiette nelle gare individuali. Si cerca un en plein senza precedenti, si cerca di migliorare quel 9 su 10 del mondiale australiano di Melbourne 2007 che divenne 7 su 8 all'Olimpiade di Pechino (dove non si disputano le gare dal metro). Il neo è stata sempre la piattaforma maschile: il russo Galperin e l'autraliano Mitcham i guastafeste del passato. Quello del presente potrebbe essere il britannico campione del mondo Thomas Daley.

Riccardo Marchese

Il sito ufficiale dei Mondiali di nuoto Shanghai2011

Omega Timing: risultati e tempi ufficiali

I Mondiali di nuoto 2011 su Wikipedia

Shanghai 2011 – Cagnotto bronzo nel trampolino da 1 m.

Seconda medaglia per l'Italia ai Mondiali di nuoto di Shanghai: Tania Cagnotto è terza nella finale del trampolino da 1 metro. Oro alla cinese Shi Tingmao.
Quarto posto per l'altra azzurra Maria Marconi.

Per il quarto mondiale consecutivo Tania Cagnotto (295.45 punti) conquista una medaglia nei tuffi. Dai bronzi nei 3 metri di Montreal 2005, Melbourne 2007 e Roma 2009, l'argento in sincro con Francesca Dallapè ancora a Roma, fino a questo ennesimo bronzo a Shanghai, nel trampolino da 1 metro stavolta. Un totale di 5 medaglie mondiali, ma l'ultima ha sempre un sapore diverso, e in questo caso pure eroico.

A Shanghai, Tania è arrivata con un infortunio ancora non recuperato in pieno. Un tutore per proteggere il polso fratturato solo due mesi fa dopo l'incidente in motorino. Le difficoltà si erano viste nel sincro: un sesto posto che non diceva tutta la verità sul reale valore della coppia azzurra. Le eliminatorie del metro (12.a piazza, l'ultima utile per disputare la finale) non facevano presagire nulla di buono.

Nella stessa finale la partenza è lenta (a causa soprattutto di un doppio avanti mediocre), poi a metà gara il cambio di ritmo. Tre tuffi da far sobbalzare dalla poltrona, gli ultimi due con parziali sopra i 60 punti. Una rincorsa contro tutte, culminata con il sorpasso alla penultima rotazione su Maria Marconi. Davanti le cinesi fanno gara per conto loro (ancora in corso per il clamoroso en plein di vincere tutte le gare), per il titolo degli altri è derby italiano, ancora, come agli Europei di Torino. E ancora la famiglia Marconi sbatte contro un 4° posto, duro da digerire per Maria (290.15 punti), come per i suoi fratelli Nicola e Tommaso due anni fa a Roma (con il bronzo del sincro lontano solo 9 centesimi di punto).

Il resto della gara è normale routine: dominio cinese con l'oro per Shi Tingmao (318.65 punti) e l'argento per Wang Han (310.20 p.). Finora cinque finali e cinque titoli iridati per i padroni di casa e della specialità. Ma c'è di più, perché nelle due gare individuali sono arrivati anche i due argenti, insomma il massimo ottenibile. Per gli altri il massimo è il bronzo ma a noi va bene anche così.


Riccardo Marchese

I risultati completi della gara (Omega Timing)

Il sito ufficiale dei Mondiali di nuoto Shanghai2011

I Mondiali di nuoto 2011 su Wikipedia

Shanghai 2011 – Martina Grimaldi prima medaglia azzurra

Nella 10 km di fondo l'atleta bolognese conquista l'argento dietro la britannica Payne. L'azzurra ottiene anche il pass olimpico per Londra 2012.


La gara d'esordio del nuoto in acque libere consegna all'Italia la prima medaglia di questo mondiale cinese. Tocca a Martina Grimaldi cancellare lo zero nel medagliere azzurro con un bellissimo argento, ottenuto sulla distanza dei 10 km.
Il titolo mondiale è andato dopo più di due ore di bracciate alla britannica Keri-Anne Payne, già vincitrice a Roma 2009. Bronzo per la greca Marianna Lymperta.

Martina Grimaldi, terza a Roma due anni fa, ha condotto la gara sempre nelle posizioni di vertice, tenendo costantemente la scia della forte britannica Payne. Le due sono state affiancate per un lungo tratto dall'australiana Melissa Gorman che nel finale ha ceduto il passo all'atleta greca Lymperta.

Oltre all'argento Grimaldi ottiene il pass per la prova olimpica di Londra, in cui non potrà esserci nessuna altra azzurra. Si qualificavano infatti le prime dieci atlete piazzate qui a Shanghai e Giorgia Consiglio si è ritirata poco dopo la metà gara. Ci sarà una prova di qualificazione in giugno (9 posti da assegnare) ma vi potranno partecipare solo le nazioni senza atlete qualificate.

Riccardo Marchese


I risultati completi della gara (Omega Timing)

Il sito ufficiale dei Mondiali di nuoto Shanghai2011

I Mondiali di nuoto 2011 su Wikipedia

Copa America, fuori tutti

Incredibili quarti di finale: perdono tutte le favorite. Eliminate Colombia, Argentina, Brasile e Cile. Le due semifinali sono Perù-Uruguay e Paraguay-Venezuela.

QUARTI DI FINALE

COLOMBIA – PERU' 0-2 d.t.s. 101' Lobaton, 111' Vargas (tabellino)

ARGENTINA – URUGUAY 4-5 d.c.r. (1-1) 5' Perez (U), 17' Higuain (A) (tabellino)

BRASILE – PARAGUAY 0-2 d.c.r. (0-0) (tabellino)

CILE VENEZUELA 1-2 34' Vizcarrondo (V), 69' Suazo (C), 80' Cichero (tabellino)

SEMIFINALI

PERU' – URUGUAY 20 luglio ore 2.45*

PARAGUAY – VENEZUELA 21 luglio ore 2.45*

*ora italiana

Il sito ufficiale della Copa America Argentina 2011

Shanghai 2011 – Marconi e Cagnotto in finale da 1 metro

Giornata ricca di gare a Shanghai: nelle eliminatorie del trampolino da 1 m. Maria Marconi chiude 6.a, Tania Cagnotto 12.a, ultima delle qualificate. Nel sincro dalla piattaforma maschile gli azzurri sono i primi esclusi. L'oro va alla coppia cinese.

Dominio cinese. Wang e Shi chiudono ai primi due posti le eliminatorie da 1 metro.
Il sito ufficiale dei Mondiali di nuoto Shanghai2011

Omega Timing: risultati e tempi ufficiali

I Mondiali di nuoto 2011 su Wikipedia

La vera Copa comincia ora

Dopo 18 partite per eliminare 4 squadre parte la fase ad eliminazione diretta della 43.a edizione della Coppa America. Quarti di finale, stanotte occhi puntati su Argentina-Uruguay.

Finora si è giocato tanto ma deciso davvero poco. La formula a 12 squadre della Coppa America è tutto fuorché spietata. Tre gironi e 18 sfide per eliminare 4 squadre, di cui 2 arrivate in Argentina senza velleità, le selezioni under 23 di Messico e Costarica. Non che aspirassero a far molto di più Ecuador e Bolivia, le altre due formazioni che han già fatto i bagagli.

18 partite che qualcosa l'han detto, anche se ora vale poco. Si ricomincia da qui senza pensare alle crisi di Argentina e Brasile (solo una vittoria a testa nei gironi), si ricomincia dai quarti di finale in cui il buono fatto dalla sorprendente Colombia (porta immacolata e un attaccante in gran forma come Falcao) potrebbe di colpo essere cancellato dalla sfida secca col Perù di Guerrero e Vargas, unica delle otto squadre qualificate ad aver subito una sconfitta nei gironi! (al 90' contro il Cile).

Poi toccherà al "classico rioplatense", dal nome dell'insenatura dell'Atlantico che segna il confine tra Uruguay ed Argentina. La sfida tra le due nazioni che han vinto più volte la Copa America (14 a testa) e che si sono affrontate in finale per ben 12 volte con un bilancio schiacciante a favore della celeste: 10-2.

Dall'altro lato del tabellone il Brasile del talento da europeizzare Neymar ritroverà il Paraguay (2-2 nel girone, altra pecca di una formula migliorabile). Il Cile dei plurinseguiti sul mercato Sanchez e Vidal se la vedrà con la vera rivelazione del torneo finora, il Venezuela del ct Cesar Farias. Finora. Ma la vera Copa comincia ora!

Riccardo Marchese

Il sito ufficiale della Copa America Argentina 2011

Shanghai 2011 – Nel sincro 3 m. azzurre giù dal podio

Tania Cagnotto e Francesca Dallapè chiudono al sesto posto nel sincro da 3 metri, gara inaugurale dei Mondiali di nuoto di Shanghai. L'oro va alle fenomenali cinesi Wu Minxia ed He Zi (356.40 punti!). Argento Canada, bronzo Australia.

Si apre con un pizzico di delusione la 14.a edizione dei Mondiali di Nuoto in corso a Shanghai: le azzurre Tania Cagnotto e Francesca Dallapè hanno ottenuto solo il sesto posto nella gara del trampolino da 3 metri in cui furono argento a Roma 2009
Mai brillanti ed esplosive (anche se non mancano le attenuanti) le italiane hanno chiuso con il punteggio di 297.60, circa 10 punti meglio di quanto fatto nelle eliminatorie della mattinata cinese. L'oro è andato proprio alla coppia padrona di casa Wu Minxia/He Zi, autrici di una gara su livelli eccelsi: 108 punti con i due obbligatori e tre tuffi liberi senza mai scendere sotto la soglia parziale degli 80 punti (quota non toccata da nessuna altra coppia). Totale: 356.40!

Salgono sul podio le canadesi Heymans ed Abel (313.50 punti) e le australiane Smith e Stratton (306.90), due coppie (le nordamericane soprattutto) da tenere sotto osservazione in ottica olimpica. Per loro infatti (come ovviamente per le cinesi) oltre alle medaglie arriva il pass per Londra 2012. Un pass che Tania e Francesca dovranno a questo punto inseguire alla Coppa del Mondo Fina in programma a febbraio (4 posti in palio).

Il risultato delle azzurre, battute anche dalle coppie ucraina (Pysmenska/Fedorova 302.40 punti) e tedesca (Dieckow/Freitag 299.40 punti), non lancia di certo con il sorriso la spedizione italiana, ma guai a non contestualizzare. Va ricordato infatti come Tania Cagnotto fosse alla prima gara dopo due mesi di assenza forzata dalle competizioni. Un incidente in sella al motorino a metà maggio le era costata una frattura al polso, una delle articolazioni più delicate per un tuffatore.

SENZA SOSTA Già domani Tania Cagnotto tornerà sul trampolino, quello da 1 metro stavolta, per centrare la qualificazione alla finale (alle 7 ora italiana). Di 40 atlete iscritte passeranno in 12. Con la bolzanina ci proverà anche la romana Maria Marconi.
Nella gara da 1 metro maschile l'unico italiano iscritto, il giovane Tommaso Rinaldi ha chiuso le eliminatorie al 23° posto con 322.65 punti. Domani tocca anche ai piattaformisti: quando in Italia saranno le 4 partiranno le eliminatorie del sincro con Francesco Dell'Uomo e Maicol Verzotto. Finale a 12 in programma alle 11.05

Riccardo Marchese

I risultati completi della gara (Omega Timing)

Il sito ufficiale dei Mondiali di nuoto Shanghai2011

I Mondiali di nuoto 2011 su Wikipedia