Mondiali Nuoto vasca corta – Dubai 2010 – Il bilancio

Un'Italia in fase di transizione torna a casa con due sole medaglie. Crescono i giovani, ma ora bisogna recuperare Pellegrini e Filippi.

Luca Dotto. Dopo il bronzo europeo ancora conferme e record personali per il velocista azzurro.Dalle 18 medaglie dell’Euroindoor di Eindhoven ai due soli podi nei mondiali di Dubai con Fabio Scozzoli, argento nei 100 rana, e Federica Pellegrini, bronzo nei 400 stile libero. In poco meno di un mese il nuoto tricolore è passato dall’ingiustificata euforia ad un altrettanto ingiustificato allarmismo. La verità è che l’Europeo olandese, snobbato da molti big in preparazione del mondiale, è stata un’occasione ghiotta per fare incetta di medaglie, anche con atleti ancora non totalmente maturi. Il mondiale è però un’altra cosa.

Un pizzico di delusione per quanto fatto negli Emirati Arabi lo ha lasciato Federica Pellegrini, l’unica fuoriclasse che l’Italnuoto ha attualmente a disposizione (aspettando Alessia Filippi). Bronzo nei 400 sl e settimo posto nei 200 con un crono peggiore di quanto nuotato in batteria: è stata soprattutto quest’ultima prestazione, nella distanza in cui Federica è primatista del mondo, ad avviare i processi e ad accelerare il percorso di allontanamento dall’attuale tecnico Stefano Morini. Si cambia per non sbagliare il vero obiettivo della stagione: il Mondiale estivo in lunga di Shanghai.
Tra le note negative del Mondale di Dubai (tribune semideserte a parte) citazione d’obbligo anche per Luca Marin: il siciliano sembra ormai aver deciso di accontentarsi del ruolo di fidanzato della Pellegrini. Il suo 4’13”32, con cui è stato eliminato nelle batterie dei 400 misti, non lascia altre interpretazioni.

Non tutto è nero però. Se deve preoccupare la condizione delle due punte azzurre Pellegrini&Filippi, c’è da rallegrarsi vedendo le prestazioni di tanti nuovi giovani protagonisti. Si parte dal ranista Fabio Scozzoli (dell’88), doppia medaglia ad Eindhoven e splendida conferma con l’argento nei 100 a Dubai. Si passa per Marco Orsi (’90) strepitoso quinto posto nei 50 sl; per il già esperto Federico Colbertaldo (’88) quarto nei 1500 (alla settima medaglia di legno internazionale!). Si arriva a Damiano Lestingi (’89) vero nuovo interprete del dorso italiano e a Luca Dotto (’90) sprinter in continuo miglioramento, capace di entrare in finale sia nei 50 che nei 100 sl. Brava anche Alessia Polieri, finalista mondiale nei 200 farfalla a soli 16 anni!

Il sito ufficiale della manifestazione

Tempi e risultati ufficiali (OmegaTiming)

Medagliere, risultati e tempi (Wikipedia)

Riccardo Marchese
(per stadiosport.it)

Pubblicato il 21 dicembre 2010, in Senza categoria con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Non ho molte speranze. Mi dispiace essere stato un cattivo profeta, ma l'impressione avuta ai Mondiali del 2009 di un 'movimento' poco vitale si sta confermando; la morte di Castagnetti ha ulteriormente complicato la situazione perché, diciamocela tutta, la Pellegrini la conosceva bene solo lui e sapeva come trattarla anche psicologicamente. La Filippi si è sposata, e mi è stato detto che ha perso un pò l'entusiasmo perché si è sentita abbandonata dalla Federazione, tutta concentrata sulla Pellegrini. Il vivaio non sta confermando le prospettive: gente come la Scarcella e la Di Pietro, che sembrava destinata a grandi cose dopo l'esplosione dei 15 – 16 anni sembra essersi fermata. Ci restano Colbertaldo, Pizzetti e Scozzoli. Mi conforta solo il fatto che sa sempre per l'Italia le gare in vasca corta fanno poco testo, perché di risultati non ne sono mai giunti granché…

  2. Io non farei un quadro così fosco, il vero punto cruciale è la ripresa di Pellegrini e Filippi, visto che le medaglie che pesano negli ultimi anni le han portate loro. Accanto però sta venendo fuori un buon momento nella velocità maschile con Orsi e Dotto (entrambi ancora 20enni), poi Scozzoli lo vedo già come una certezza, Colbertaldo è sempre nei primi cinque e Lestingi è in crescita. Piuttosto mi preoccupa il vuoto dietro le due big a livello femminile.

  3. Nell'attesa… tanti auguri di serene festività.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: