FormulaB, ovvero l’importanza degli aggiornamenti

Numerosi team hanno presentato in Spagna sviluppi tecnici sulle vetture.
Vittoria a Webber, Button resiste in testa al Mondiale.

C’era una volta, in una Formula1 neppure tanto lontana, l’abitudine di aggiungere la sigla B alle evoluzioni delle monoposto inizialmente progettate. Una pratica oggi dimenticata anche perché gli sviluppi tecnici sono diventati la norma. Con cadenza quasi bisettimanale le vetture presentano piccole novità, mentre è prassi che un restyling quasi completo avvenga con l’approdo del campionato in Europa.

A Barcellona dunque – prima gara in continente della stagione 2010 – diverse scuderie hanno mostrato il volto semi-nuovo delle loro macchine.
Partiamo da chi ha lavorato di più. La Mercedes si è mossa verso Schumacher: passo macchina allungato, inclinazione dei triangoli delle sospensioni e modifiche aerodinamiche. Michael ringrazia e in Spagna per la prima volta batte il compagno Rosberg sia in qualifica (6° contro 8°) che in gara (4° contro 13°).
Rinnova la carrozzeria la Red Bull e anche qui le modifiche pagano: Webber domina il Gp mentre Vettel è terzo. Nella morsa dei due chiude Alonso con una Ferrari che presentava, oltre al nuovo pacchetto aerodinamico, il sistema F-Duct. Ideato dalla McLaren, ripreso dalla Sauber e già bandito dalla Fota per il 2011, il sistema F-Duct permette, attraverso un flusso d’aria gestito manualmente dal pilota (in Ferrari si ottura un foro con un dito), di guadagnare fino a 10 Km/h in rettilineo mandando in stallo l’alettone posteriore. Non è bastato evidentemente a Massa: solo nono in qualifica e sesto in gara (risalito soprattutto per le disgrazie altrui, vedi ritiro Hamilton a due giri dalla fine o prova disastrosa di Rosberg).

Infine passo avanti anche per la Virgin: i serbatoi sono stati allargati e ora garantiscono di imbarcare il carburante per l’intera corsa. I risultati si sono visti subito: per la prima volta entrambe le vetture hanno finito la gara, ultime e staccatissime, ma almeno l’hanno finita. È pur sempre un inizio!

Ordine d’arrivo: Webber (Red Bull), Alonso (Ferrari), Vettel (Red Bull), Schumacher (Mercedes), Button (McLaren), Massa (Ferrari), Sutil (Force India), Kubica (Renault), Barrichello (Williams), Alguersuari (Toro Rosso), …

Classifica piloti: Button 70, Alonso 67, Vettel 60, Webber 53, Rosberg 50, Massa 49, Hamilton 49, Kubica 44, Schumacher 22, Sutil 16, …

Classifica costruttori: McLaren 119, Ferrari 116, Red Bull 113, Mercedes 72, Renault 50, Force India 24, Williams 8, Toro Rosso 3.

Riccardo Marchese

Annunci

Pubblicato il 12 Mag 2010, in Senza categoria con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: