Coppa Davis, riVamos Spagna!

Secondo successo consecutivo, quarto in assoluto (tutti concentrati negli ultimi dieci anni); il matrimonio fra la Spagna e la Coppa Davis è più saldo che mai.

Cento anni per sbloccarsi: prima edizione nel 1900 vinta dagli americani, primo trionfo spagnolo nel 2000, l’unico pre-Nadal. Il bis nel 2004 segnato dall’esplosione del maiorchino che ruba la scena a Moya e Ferrero portando il punto decisivo nella finale contro la Francia.
Poi un brutto triennio, il matrimonio vacilla, fuori agli ottavi contro la Slovacchia (2005) e la Bielorussia (2006) e ai quarti contro gli Usa (2007), sempre giocando in trasferta. La passione per il rosso della terra: quando la superficie è diversa si soffre.
Tre delusioni in cui Nadal entra solo di striscio, sconfitto nel doppio contro la Slovacchia, assente nei due anni successivi.

Il 2008 è l’anno della rinascita anche perché c’è una novità: si vince fuori casa. Si passa a Lima e Brema eliminando Perù e Germania, semifinale a Madrid contro gli Stati Uniti e poi l’impresa a Mar de Plata – senza Nadal – nella finale contro l’Argentina. La vittoria porta la firma di Verdasco e Feliciano Lopez.
Una squadra compatta la Spagna, un movimento che trascende dal fenomeno. Conferme nella Davis 2009, giocata questa volta tutta in casa. Agli ottavi annientata la Serbia di Djokovic poi, di nuovo senza Nadal, fuori Germania e Israele, riscoprendo il talento di Ferrero. A contendere la preziosa “insalatiera” resta solo la Repubblica Ceca, trascinata da Berdych e Stepanek.
Si gioca a Barcellona. Il rientrante Nadal doma facilmente Berdych (7-5, 6-0, 6-2), nell’altro singolare della prima giornata Ferrer ha la meglio su Stepanek al quinto set dopo essere stato sotto di due (1-6, 2-6, 6-4, 6-4, 8-6). Primo championship point iberico con il doppio: F. Lopez e Verdasco contro i tuttofare Berdych-Stepanek. La sfida parte equilibrata, il primo set è spagnolo dopo il tie-break. Il secondo vede ancora avanti i padroni di casa (7-5). Gli slovacchi pagano mentalmente e fisicamente, e crollano 6-2 al terzo. Nadal e Ferrer arrotondano il risultato finale: 5-0 e trionfo spagnolo. Arrivederci a marzo, quando agli ottavi toccherà alla Svizzera.

Riccardo  Marchese

Pubblicato il 8 dicembre 2009, in Senza categoria con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Vamos! =)

    Finalmente il blog è stato riaperto 🙂

    se vuoi vieni a farmi visita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: