Mitico Rossi, nove mondiali

Con il terzo posto nel G.p. della Malesia, Rossi si aggiudica il nono mondiale della carriera, il settimo nella classe regina in dieci anni. 

Gallina vecchia fa buon brodo. No, non questa volta, almeno non nel modo di intenderla di Valentino Rossi. La gallina vecchia, che poi sarebbe lui in confronto ai giovani polli (uno per tutti Lorenzo, già promosso a galletto), continua a fare le uova. A Sepang, in Malesia, è arrivato il nono uovo-mondiale (e qui, giuro, la smettiamo con questa associazione), il settimo titolo nella classe regina delle due ruote.

In 14 stagioni di motomondiale solo cinque volte “il dottore” non si è laureato campione a fine anno, conto presto fatto: tre anni per l’apprendistato nelle tre classi (in 125 nel 1996, in 250 nel 1998 e nella vecchia 500 nel 2000 – anni seguiti, manco a dirlo, da tre titoli mondiali) e poi le due uniche vere sconfitte in MotoGp, nel 2006 da Hayden e nel 2007 dall’imprendibile Stoner.

Imprendibile l’australiano lo è stato anche sull’asfalto bagnato di Sepang a conferma di essere tornato su un buon livello di forma – due successi in sette giorni dopo cinque mesi di digiuno. Ancor prima di partire la situazione è volta subito a sua favore (e come no di Rossi): Lorenzo non si schiera sulla griglia in tempo utile ed è costretto all’ultimo posto. Con queste premesse Valentino non vuole assolutamente rischiare e alla prima curva si tiene lontano da pericolosi contatti: larghissimo passa dalla pole a centro gruppo dov’è già risalito Lorenzo. Lo spagnolo passa e Rossi ne battezza la ruota. Rimonta a braccetto fino al 4° e 5° posto e controsorpasso dell’italiano a 14 giri dalla fine. Davanti Stoner fa gara in solitaria seguito a notevole distanza dalle due Honda ufficiali. Rossi però la parte del ragioniere proprio non la sa fare e vuole il podio, Dovizioso capisce che gli tocca fare un regalo per il nono titolo del connazionale e si sdraia a 8 giri dal termine. Ora c’è tutto, Rossi ha un margine rassicurante su Lorenzo e abbandona l’idea di riprendere Pedrosa che conquista così il suo primo podio bagnato in MotoGp. Come dire, giovani polli crescono…

Riccardo Marchese

Pubblicato il 31 ottobre 2009, in Senza categoria con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: