Capolavoro Filippi

Terzo oro azzurro ai Mondiali di nuoto di Roma: Alessia Filippi con una magistrale rimonta vince l’oro nei 1.500 sl davanti alla danese Friis.
Pellegrini record del mondo nella semifinale dei 200 sl.

ApIl terzo giorno di gare in piscina porta all’Italia il terzo oro del suo mondiale. Dopo quelli di Valerio Cleri nella 25 km di fondo e di Federica Pellegrini nei 400 sl, tocca alla romana Alessia Filippi imporsi davanti al suo pubblico nella gara dei 1500 sl (15’44”93 il suo crono).

RIMONTA La sfida è con la danese Friis che parte fortissima e si porta dietro la romena Potec. Ai 400 metri Alessia, entrata in finale con il 5° tempo, è dietro di poco più di 3 secondi. Ma i 1.500 sono disputa lunga. 
A metà gara la storia inizia a cambiare, l’azzurra parte in progressione e contemporaneamente le avversarie rallentano. Alla virata dei 1.000 metri una straordinaria Filippi è davanti per un centesimo.
La regolarità è la sua forza e sei vasche più in là il vantaggio è salito a quasi due secondi. Ora bisogna solo tenere. La danese prova un ultimo disperato attacco nel 50 finale quando ormai è troppo tardi.  

FUTURO ROSA Un’Alessia diversa, come lei stessa si è definita, vince così la sua prima medaglia d’oro fuori dai confini europei, prima assoluta ad un mondiale. Farlo per giunta nella sua Roma dà al tutto un sapore particolare.
Ma i suoi impegni non sono terminati, tutt’altro: giovedì 30 proverà ad unire le sue forze a quelle di Federica Pellegrini e delle altre ragazze della 4×200 sl. Poi sabato 1° agosto dovrà difendere il podio olimpico negli 800 sl (è iscritta anche ai 200 dorso ma potrebbe rinunciare) per giocarsi infine tutto quello che le è rimasto nella gara che l’ha fatta conoscere ai più, i 400 misti.
Domani intanto grandi attese e speranze per la Pellegrini nella gara dei 200 sl. In semifinale Federica ha dato grande prova di forza facendo segnare il nuovo record del mondo in 1’53”67. 

QUOTE AZZURRE L’unico sorriso finora fra gli uomini lo strappa Federico Colbertaldo che si qualifica alla finale degli 800 sl con il nuovo record europeo in 7’44”29. Delusione per Terrin che esce in semifinale nei 50 rana a causa di un arrivo sbagliato.
Domattina toccherà a  Filippo Magnini entrare in acqua per la sua gara, i 100 sl, con molte incognite legate soprattutto ad una frazione non entusiasmante nella staffetta 4×100 sl che ha concluso al quinto posto (fu argento a Melbourne). Un test importante che di riflesso farà capire le reali possibilità anche dell’altra staffetta maschile alle prese con i guai fisici di Marco Belotti.

Il sito ufficiale dei Mondiali di Nuoto Roma2009

Riccardo Marchese

Annunci

Pubblicato il 28 luglio 2009, in Senza categoria con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: