Belle, brave, d’argento

Tania Cagnotto e Francesca Dallapè sono seconde nella gara del trampolino da 3 metri sincronizzato. Per l’Italia è la quarta medaglia ai mondiali di Roma.

Cagnotto-Dallapé durante un avvitamento. (GazSport)

Una storia da aggiornare. Da Cali (Colombia) 1975 a Roma 2009. Da Klaus Dibiasi alla coppia Tania Cagnotto-Francesca Dallapè. Trentaquattro anni dopo l’Italia dei tuffi torna a vincere una medaglia che è qualcosa più di un bronzo.

GARA Le azzure partono decise, entrate in finale con il secondo punteggio si ritrovano dopo i tuffi obbligatori terze dietro all’imbattibile coppia cinese Jingjing-Wu e alle russe Pakhalina-Pozdniakova.
Il primo tuffo libero è per noi già decisivo, Francesca soffre particolarmente le rotazioni all’indietro e il Canada e l’Australia si stanno facendo sotto. La prima delle due svolte della storia è qui: 71.10 di parziale. Va bene, va benissimo.
La quarta serie di tuffi consegna gli errori di Australia e soprattutto Russia, è il secondo momento decisivo. Pakhalina e Pozdniakova sbagliano totalmente il sincronismo, meno di 60 punti per loro, quasi 75 per noi con il doppio salto mortale e mezzo avanti con avvitamento. Ad un tuffo dalla fine Cagnotto-Dallapè sono seconde. 
La tornata decisiva vede il ritorno delle russe che sfoderano il loro miglior tuffo tornando perlomeno sul podio, ma le azzurre sanno fanno altrettanto: servono 60 punti per stare davanti ma con il doppio salto mortale e mezzo ritornato ne arrivano 78.30 per un totale di 329.70! La Cina chiude a 348 e vince l’oro, ma il nostro argento ha un sapore bellissimo.

NELLA STORIA Prima medaglia mondiale assoluta nei sincronizzati, prima volta di una medaglia femminile di tanto valore. Tania Cagnotto e Francesca Dallapè hanno scritto oggi una pagina importante per lo sport italiano. Il totale dei podi tricolore ai campionati del mondo sale così a quota 10, equamente divisi fra le epoche ’73-’78 e quella attuale 2005-2009 con in mezzo un buco generazionale di 27 anni. Dieci medaglie per cinque atleti: Dibiasi (4 con gli unici 2 ori), Cagnotto padre e figlia, Sacchin e da oggi Dallapè. Un club esclusivo che avrebbe accolto con favore l’ingresso dei fratelli Marconi, i loro 9 centesimi bruciano ancora.

Il sito ufficiale dei Mondiali di Nuoto Roma2009

Riccardo Marchese

Annunci

Pubblicato il 24 luglio 2009, in Senza categoria con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: