Archivio mensile:dicembre 2008

Verdetto senza appello

Il sorteggio degli ottavi di Champions ci offrirà una tripla sfida Italia-Inghilterra: l’Inter troverà il Manchester United, la Juve il Chelsea e la Roma l’Arsenal.

Il logo della finale di Champions 2009 a Roma

Il destino del calcio europeo appeso ai risultati di tre ottavi di finale di Champions League. In tre partite Italia e Inghilterra si giocheranno il ruolo di guida del calcio continentale, almeno riguardo i club… Questo dice l’urna di Nyon che per il secondo anno consecutivo “regala” sfide davvero affascinanti alle italiane.

OTTAVI DI FINALE
Atletico Madrid-Porto
Lione-Barcellona
Arsenal-Roma
Inter-Manchester United
Real Madrid-Liverpool
Chelsea-Juventus
Villareal-Panathinaikos
Sporting Lisbona-Bayern Monaco

INTER-MANCHESTER mancava in Champions da dieci anni. L’ultima volta fu nella stagione 1998/1999, quarti di finale. Passarono i Red Devils: 2-0 all’Old Trafford, 1-1 a San Siro, con gol di Ventola. Sulla panchina dei nerazzurri sedeva Mircea Lucescu che sarebbe poi stato esonerato quattro giorni dopo l’eliminazione, a causa anche del pesante 4-0 rimediato dalla Sampdoria. Quel Manchester arrivò fino in fondo vincendo la Coppa con una clamorosa rimonta sul Bayern nei minuti di recupero. L’Inter invece finì mestamente il suo campionato chiudendo all’ottavo posto senza riuscire a qualificarsi neppure per la Coppa Uefa.

CHELSEA-JUVE sarà una prima assoluta in competizioni ufficiali. Ranieri tornerà a Stamford Bridge, lo stadio da cui uscì visibilmente commosso e fra gli applausi del pubblico nel maggio del 2004. Il suo ultimo Chelsea, al primo anno di Abramovich, raggiunse le semifinali di Champions e il secondo posto in Premier. I blues, allenati ora dall’ex ct portoghese Scolari, negli ultimi cinque anni hanno giocato quattro volte almeno la semifinale, uscendo prima solo nel 2005/2006 (agli ottavi con il Barça poi campione).

ARSENAL-ROMA L’ultimo precedente fra le due squadre risale alla Champions 2002/2003. Era la seconda fase a gironi (sostituita dall’anno successivo dagli scontri diretti) e la Roma di Capello fu battuta 3-1 all’Olimpico da una tripletta di Henry, mentre per i giallorossi aveva segnato l’illusorio gol del vantaggio Antonio Cassano. Al ritorno, ad Highbury finì in parità con gol di Vieira e ancora di Cassano. La Roma finì il girone al quarto posto, l’Arsenal al terzo, entrambe eliminate a vantaggio di Valencia ed Ajax. 

Speciale Champions League 2008/2009

Riccardo Marchese

W l’Italia!

Agli Europei di nuoto in vasca corta di Rijeka, in Croazia, gli atleti azzurri raddoppiano le medaglie dell’ultima edizione. Diciotto podi sono il record assoluto per i nostri colori.

Oro e record del mondo per la 4x50 mista (Belotti, Di Tora, Terrin, Magnini)Filippi, oro e record del mondo negli 800 sl

Francesca Segat, oro e record europeo nei 200 misti

Questo il riepilogo delle medaglie italiane:

– 5 ori

Segat 200 misti D
Belotti, Di Tora, Terrin, Magnini 4×50 mista U
Filippi 800 sl D
Colbertaldo 1500 sl U
Pellegrini 200 sl D

– 5 argenti

Rosolino 400 sl U
Giorgetti 200 rana u
Galenda 100 misti U
Filippi 400 misti D
Calvi, Orsi, Nalesso, Magnini 4×50 sl U

– 8 bronzi

Pizzetti 1500 sl U
Filippi 400 sl D
Segat 100 misti D
Magnini 100 sl U
Gemo 50 dorso D
DiPietro,Gemo, Panara,Pellegrini 4×50 mista D
Rosolino 200 sl U
Segat 400 misti D

Tutti i risultati, i tempi, il medagliere…

Il sito ufficiale della manifestazione

Champions: tris italiano agli ottavi

Juventus e Roma vincono i loro gironi, l’Inter chiude seconda dietro il Panathinaikos. Fiorentina terza, “retrocessa” in UEFA.

Per il quinto anno di seguito sono tre le squadre italiane che approdano agli ottavi di finale della Champions League. Dopo sei anni consecutivi non c’è più il Milan fra le top16, così la migliore serie aperta diventa quella dell’Inter al quinto anno di fila negli ottavi.

Statistiche a parte finora è stata una Champions piatta, senza alcuna sorpresa di rilievo. Sono passate tutte le favorite, e se proprio vogliamo trovare l’elemento di novità va sottolineata la promozione agli scontri diretti dei greci del Panathinaikos, ai danni del Werder Brema. Per il resto normale selezione tanto da poter tranquillamente affermare che la vera Champions inizierà a febbraio, andata ottavi in programma il 24-25.

Il sorteggio si terrà venerdì 19 dicembre, il regolamento non permette sfide fra club della stessa nazione nè fra club che si sono già incontrati nel girone.

Promosse PRIMO POSTO                                                  Promosse SECONDO POSTO

Chelsea (Ing)
Inter (Ita)
Sporting Lisbona (Por)
Atletico Madrid (Spa)
Villareal (Spa)
Lione (Fra)
Arsenal (Ing)
Real Madrid (Spa)
Roma (Ita)
Panathinaikos (Gre)
Barcellona (Spa)
Liverpool (Ing)
Manchester United (Ing)
Bayern Monaco (Ger)
Porto (Por)
Juventus (Ita)

INCROCI Ovviamente chi rischia di più è l’Inter: tolto il Porto, comunque temibile, restano quattro big (Barça, Liverpool, Manchester e Bayern).
Per Roma e Juve sarebbe meglio evitare l’Arsenal e l’Atletico di Aguero, così come non sarebbe auspicabile uno scambio delle avversarie dei gironi, soprattutto per la Juventus (Roma-Real Madrid, Juve-Chelsea).

 Speciale Champions League 2008-2009

Riccardo Marchese

Campionato ad una svolta: Inter a +6

I nerazzurri, alla quinta vittoria consecutiva, battono il Napoli e allungano sul Milan travolto dal Palermo. Rossoneri raggiunti dalla Juve.

Ivan Cordoba, Dejan Stankovic, Walter SamuelLa stagione dell’equilibrio, di una massima serie imprevedibile, sembra già finita. La solita Inter, brutta quanto cinica e fortunata, ha cambiato marcia cinque giornate fa e nessuna delle avversarie ha retto. Quindici punti in cinque partite, nello stesso arco di tempo il Milan ne ha raccolti soltanto otto.

Dopo quattordici turni si può parlare dunque della prima vera fuga del campionato. Pedala in testa Mourinho, seguono Ancelotti e Ranieri, e proprio quest’ultimo sembra essere il più pimpante dei due. La sua Juventus è convincente, a tratti più della stessa Inter, sicuramente più del Milan. L’inseguitrice più accreditata uscirà comunque dallo scontro diretto del 14 dicembre (16° turno), quando all’Olimpico di Torino, Juve e Milan si troveranno di fronte.

Dietro il trio vive il gruppone. Dai 24 punti del Napoli ai 19 del Siena c’è quasi mezza serie A. In sei lunghezze troviamo infatti nove squadre, senza considerare la risalente Roma, 17 punti con una partita da recuperare (quella con la Samp il 14 gennaio). Storie ovviamente diverse: favole come quelle di Catania, Atalanta e Siena, contrapposte a delusioni più o meno cocenti.

Il dato che maggiormente salta agli occhi dopo quattordici turni di campionato è l’incidenza del fattore campo. Restando alle ultime cinque giornate, in cui il fenomeno è venuto ad accentuarsi, su un totale di 50 partite solo 7 volte ha vinto la squadra che giocava in trasferta e si sono registrati solo 11 pareggi. Complessivamente, dunque, solo 18 volte su 50 le squadre ospiti hanno guadagnato punti, contro le 32 vittorie dei padroni di casa.

Riccardo Marchese