Finalmente Pellegrini!

Dopo il brutto quinto posto nei 400 stile, Federica vince l'oro nei 200 facendo segnare il nuovo record del Mondo (1'54''82).
Nella serata cinese arriva poi il bronzo di Sanzo nel fioretto, undicesima medaglia italiana.

Federica ha al collo la medaglia più pregiata (Reuters)

Da oggi la maledizione delle finali per Federica Pellegrini non esiste più. Tutto era cominciato quattro anni fa ad Atene, quando sempre nei 200 sl da più forte in acqua fu battuta da Camelia Potec, in corsia esterna e quindi non vista.
Un anno dopo nel mondiale canadese furono ancora lacrime, grande impressione nell'avvicinamento alla finale, ma nel momento della verità sbucò la francese Figues. Un altro argento.
Di mondiale in mondiale, da Montreal a Melbourne 2007: record del mondo in semifinale (1'56''47), ma solo bronzo al collo. Neppure all'Europeo 2008 i 200 stile riescono ad essere suoi. Un movimento sul blocco di partenza porta alla squalifica, ma la reazione è grande e spinge Federica alla vittoria con record del mondo nei 400 stile libero (4'01''53 ancora senza i nuovi costumi). 

PECHINO Anche qui c'era da reagire: nei 400 sl timbra il record olimpico in qualificazione (4'02''19), ma in finale si spegne, chiude quinta e la maledizione diventa un tarlo insopportabile. Colpa delle finali al mattino, prova a difendersi la Pellegrini, ma la rabbia di un oro buttato è grande. Rabbia che diventa voglia di fare e così nelle batterie dei 200 sl riecco la vera Federica: 1'55''45, nuovo record del mondo. La semifinale al mattino vede un peggioramento del crono, 1'57''23 è il terzo tempo d'ingresso nella gara che vale le medaglie. 
L'ultima pagina della storia è la più bella: la Pellegrini non vuole restare sotto ritmo come nei 400 e allora decide di passare velocissima ai 100 metri (spaventoso 55''92) per poi soffrire nell'ultima vasca. Una sofferenza che richiama vecchie paure (leggi sopra) nel vedere la slovena Isakovic rimontare, ma questa volta Federica tocca per prima, vince il suo primo oro fuori dall'Europa, migliora il record del mondo (1'54''82) ed è la prima donna italiana a vincere un oro nel nuoto all'Olimpiade. Finalmente!

FLOP MAGNINI La grande gioia per l'oro della Pellegrini va a scontrarsi con l'eliminazione di Magnini nei 100 metri stile libero, gara in cui è campione del mondo in carica. In semifinale il pesarese nuota 48''11, suo nuovo primato personale e record italiano, ma non basta. Lo sviluppo tecnologico (i costumi galleggianti) hanno portato ad una evoluzione straordinaria in particolare nella velocità, basti pensare ai tre record del mondo sui 100 già battuti in questa Olimpiade (Sullivan 47''24, Bernard 47''20, ancora Sullivan 47''05).
Se la Fina non farà qualcosa il 2008 sarà l'anno della rivoluzione di questo sport, con il rischio di cancellare velocemente quanto fatto fino a qui.

SANZO BRONZO Battuto all'ultima stoccata dal giapponese Ota in semifinale, Salvatore Sanzo si consola con la medaglia di bronzo nella gara del fioretto maschile. L'esperto schermidore italiano si conferma così sul podio in questa specialità in cui fu argento ad Atene 2004.

Il programma delle gare giorno per giorno

Il Medagliere di Pechino 2008

Riccardo Marchese

Pubblicato il 13 agosto 2008, in Senza categoria con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: