Ferrari quanti errori!

Hamilton trionfa sotto la pioggia di Silverstone, le rosse sbagliano tutto il possibile e Raikkonen chiude quarto. Inguardabile Massa, fa cinque testacoda e finisce ultimo.

Gp Silverstone, trionfa Hamilton Per la Ferrari giornata nera

Il G.p. di Gran Bretagna, nona prova del Mondiale di Formula1, conferma la stagione altalenante della Ferrari. Disastro all’esordio in Australia, poi quattro vittorie consecutive, di nuovo in crisi a Montecarlo e in Canada, doppietta e dominio in Francia e ora ennesimo punto basso a Silverstone.
In questo momento la Ferrari è come uno studente intelligente ma con poca voglia di studiare. Potrebbe fare molto di più ed è invece costretta ad accontentarsi.

La debacle inglese arriva dagli errori dei meccanici, del muretto e di Massa. Forse a questa squadra manca un capo forte, le scelte del direttore sportivo Domenicali sono spesso sbagliate seppur dettate da dati di fatto e non da impressioni. 
A Silverstone avrà sbagliato pure il servizio meteo, prevedendo cielo sereno, così al primo pit stop niente cambio gomme si va avanti con le intermedie usurate. Invece arriva la pioggia e a quel punto bisognerebbe intervenire. Dai box pensano di no e in una decina di giri si perdono gara e podio.

Tra una pioggia e una schiarita la McLaren di Hamilton prende il largo, poi il diluvio aiuta le Honda, le uniche monoposto a montare gomme da bagnato e Barrichello può così tornare sul podio dopo tre anni. Sale sul terzo gradino, mentre sul secondo si accomoda Heidfeld con la Bmw.
Raikkonen è quarto, Massa disperso in fondo al gruppo. La sua gara è imbarazzante, va cinque volte in testa coda dimostrando ancora una volta di essere un pilota fragile, che non sa affrontare le difficoltà.

Nonostante tutto le classifiche parlano ancora rosso: fra i piloti Kimi e Felipe sono primi insieme ad Hamilton con 48 punti e con Kubica a quota 46. Nei costruttori Ferrari avanti con 14 punti di vantaggio sulla Bmw e 24 sulla McLaren.

Speciale Formula1: Classifiche piloti e costruttori

Riccardo Marchese

Annunci

Pubblicato il 6 luglio 2008, in Senza categoria con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. In genere la Formula 1 mi annoia: guardo la partenza, sei o sette giri, poi faccio altro, controllando ogni tanto la situazione. Ieri però mi sono veramente divertito… il bello è che ho notato che in queste situazioni a divertirsi sono solo quelli che in genere si annoiano: i ‘puristi’ e i ‘tecnici’ odiano queste situazioni, perché sballano tutto, per loro le condizioni devono essere quelle ottimali, che permettono a macchine e pioloti di esprimere a pieno il loro potenziale…

  2. Le gare bagnate sono sempre emozionanti e senza traction controll il pilota viene fuori, vero Massa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: