Campionato da matti

L’Inter deraglia in casa col Siena già salvo (2-2), la Roma batte l’Atalanta e risale a -1.
Sarà decisivo l’ultimo turno con Parma-Inter e Catania-Roma.

Nicolas Burdisso, Esteban Cambiasso, Marco Materazzi, Patrick Vieira

Tutto in 90 minuti. La lotta scudetto e quella per non retrocedere si intrecceranno nell’ultimo turno peggio dei capelli di Gullit. Il merito di questa geniale sceneggiatura, in buona parte, spetta al Siena di Beretta. Andare a rovinare la festa del terzo scudetto consecutivo nerazzurro sembrava fantascienza, così non è stato.
Un dramma degno dell’aggettivo interista si è consumato a San Siro, 2-2 con tanto di rigore sbagliato a pochi minuti dalla fine dall’egocentrico Materazzi.
Nel frattempo la Roma faceva il suo compito: 2-1 all’Atalanta e un orecchio attento alla radiolina. Le notizie arrivavano buone, tanto che alla fine il saluto al pubblico per l’ultima partita casalinga della stagione si trasformava in una vera festa. 

Per l’intreccio perfetto una mano l’ ha data pure Alessandro Del Piero. Il suo 19° gol in campionato (raggiunti in vetta Borriello e Trezeguet) ha tolto la gioia della salvezza al Catania, riaccendendo le speranze del Parma. Le pretendenti allo scudetto opposte nell’ultimo turno a due squadre in lotta per la salvezza. 
Una speranza, seppure flebile, di restare in serie A ce l’ ha ancora anche l’Empoli: vincere contro il Livorno già retrocesso e tifare Inter e Roma. Statisticamente 2 combinazioni su 27; non va meglio al Parma che ne ha 3, il resto è degli etnei (proporzionato fa 82%). 
Facendo lo stesso giochino per la vetta l’Inter ha ancora dalla sua 7 combinazioni su 9, contro le 2 della Roma (Parma-Inter 1 e Catania-Roma 2; Parma-Inter X e Catania-Roma 2).

Non serviranno calcoli in tal senso per Cagliari, Torino e Reggina, tutte e tre salve con un turno d’anticipo. Storie diverse per realtà diverse: dalla gioia del Cagliari dato ormai per spacciato con soli 10 punti raccolti nel girone d’andata (ben 31 finora nel ritorno), all’ennesimo miracolo della Reggina (sesta salvezza consecutiva) passando per la mediocre stagione del Toro (8° club per ingaggi in A).

Sotto la mediocrità potrebbe finire il campionato del Milan, battuto a Napoli e risorpassato dalla Fiorentina nella volata per il quarto posto. Anche questa disputa si risolverà all’ultimo turno con i viola impegnati a Torino contro i granata, (come detto già salvi) e i rossoneri in casa contro l’Udinese già in Uefa. Proprio lì il Milan rischia di finire.

Riccardo Marchese

Pubblicato il 12 maggio 2008, in Senza categoria con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Assurdo.. l’inter non riesce mai a vincere le partite decisive..

    Speriamo bene a Parma

  2. Prevedo un pomeriggio da brividi. Personalmente continuo a dire che lo scudetto lo meriterebbe la Roma, e la salvezza il Parma. Ma è più probabile che accada il contrario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: