Due sconfitte dignitose

Nella seconda giornata del “Sei Nazioni” di rugby l’Italia si arrende con onore ai vice campioni del Mondo dell’Inghilterra. E’ il secondo k.o. consecutivo dopo quello subito dall’Irlanda all’esordio.

Andrea Masi e Sergio Parisse provano ad infilarsi tra Lipman (7) e Borthwick (5). Ansa

La nuova Italia del rugby guidata dal sudafricano Nick Mallett esce sconfitta ma a testa alta dal Flaminio di Roma, dove l’Inghilterra di sir Johnny Wilkinson si impone 19-23.

Gli inglesi partono forte, vanno subito in meta con Sackey mentre l’Italia è tutta nel piede di Bortolussi che ci riporta a –1 (6-7). Ma al riposo si va sul 6-20, gli inglese passano infatti con Flood (clamoroso errore proprio di Bortolussi) e con due piazzati del solito Wilkinson.  
Ad infondere ottimismo in casa azzurra è soprattutto il parziale della ripresa, 13-3 con due piazzati ancora di Bortolussi che trasforma poi anche la meta di Picone. In mezzo l’ennesimo vincente del capitano inglese che chiude con 13 punti, comunque uno in meno del nostro estremo.

Un’Italia coraggiosa e per nulla arrendevole era già scesa in campo a Croke Park contro l’Irlanda per l’esordio in questo Sei Nazioni 2008. Contro i verdi era finita 16-11, sconfitta sì ma con segnali positivi, considerando anche le novità di Masi mediano d’apertura e l’assenza per ritiro del capitano storico di questa squadra, Alessandro Troncon, 101 battaglie che lo rendono il primatista per presenze in azzurro.

Il bilancio finora dice dunque di due sconfitte con margini però limitati come non era mai successo nel passato.
Per capire di più sulla bontà del lavoro di Mallett il prossimo impegno sarà sabato 23 febbraio in casa del Galles, squadra che sorprendentemente guida la classifica a punteggio pieno insieme alla Francia.

Riccardo Marchese

Annunci

Pubblicato il 11 febbraio 2008, in Senza categoria con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. All’Italia del rugby gliene manca sempre uno per fare 31… l’anno scorso due vittorie, quest’anno rischiamo ancora una volta il cucchiaio di legno…

  2. Non sarei così pessimista, le avversarie alla nostra portata dovrebbero essere anche quest’anno Galles e Scozia (le uniche tra l’altro con cui abbiamo vinto in 8 anni di Sei Nazioni). Aspettiamo con ansia…

  3. Insomma col Galles non è andata bene, tutt’altro…
    Ci resta la Scozia, anche se prima si va, con poche speranze, in Francia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: