Belinelli non basta. Fuori da tutto

Finisce malissimo l’avventura europea per l’Italia del basket.
Nello spareggio contro la Germania, per accedere ai quarti di finale, gli azzurri sono battuti 58-67 e oltre a rinunciare al prosieguo del torneo dicono definitivamente addio alle Olimpiadi di Pechino. Un brutto colpo per la squadra che tre anni fa seppe regalarci uno storico argento ad Atene.

SOLO BELI La partita contro i tedeschi inizia bene e nel segno di Belinelli, 10 punti nel primo quarto per la futura guardia dei Warriors e Italia avanti 18-12. Il dramma sembra compiersi all’inizio del secondo periodo: Belinelli mette male la caviglia ed esce zoppicando. I tedeschi rimontano e al riposo lungo arriviamo in parità (27-27).
Alla ripresa del gioco si va avanti punto su punto, torna Belinelli, ma sul 37-38 noi ci fermiamo e i tedeschi piazzano il parziale poi decisivo, otto punti di seguito che fanno segnare al tabellone 37-46.
Nell’ultimo quarto riusciamo a tornare in scia. A 2’20” dalla sirena con una tripla di Bargnani siamo a -2 (52-54) ma sull’attacco tedesco subiamo la pesante "controtripla" di Herber (3/3 da lontano e 15 punti come la stella Nowitzki). Nel finale ci prova ancora e solo Belinelli (chiuderà con 25 punti e 10/10 ai liberi) ma la Germania è attenta e cinica, noi no. Finisce 58-67 con un ultimo quarto in parità (21-21).

RAMMARICO L’Italia paga a caro prezzo la fase centrale della gara, nel secondo e nel terzo periodo realizza solo 19 punti (nemmeno uno al minuto) e ne subisce ben 34. Peccato perchè questa Germania era battibile, soprattutto nel giorno in cui Nowitzki non ha fatto il fenomeno.

BILANCIO Dopo l’argento olimpico l’Italbasket delude per la terza volta consecutiva, male all’Europeo 2005 (fuori agli ottavi contro la Croazia), imperfetti al Mondiale 2006 (eliminati sempre agli ottavi dalla Lituania) e ora fuori nel secondo girone eliminatorio.
Torniamo a casa solo con la conferma di Belinelli (miglior realizzatore azzurro con 15,5 punti di media) e con la "scoperta" di Gigli, nostro miglior rimbalzista. Bargnani non ha dato quello che ci si aspettava e la vecchia guardia ha in parte deluso (soprattutto con Basile). 
L’esperienza dei nostri "americani" sarà decisiva per il futuro.

Riccardo Marchese

Annunci

Pubblicato il 12 settembre 2007, in Senza categoria con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: