Archivio mensile:giugno 2007

Napoli il primo colpo è Hamsik

Marek Hamsik (1soccer.com)Finalmente, verrebbe da dire. Dopo quasi un anno di corteggiamento il Napoli si è assicurato il ventenne centrocampista slovacco Marek Hamsik. Il suo passaggio dal Brescia è costato 5,5 milioni, mentre il giocatore ha firmato un quinquennale da 250.000 euro a stagione.
Il club di De Laurentiis continua a seguire anche Rolando Bianchi, c’è l’accordo con la Reggina, manca quello col calciatore che spera in una chiamata della Juventus. 

PORTIERI Emigrato Abbiati, in prestito dal Milan all’Atletico Madrid, il Torino ha optato per Matteo Sereni, svincolato dalla Lazio. Anche i biancocelesti continuano a cercare il sostituto di Peruzzi, ma Lotito come al solito cerca "l’affare". Per Amelia il Livorno vuole almeno 7 milioni, cifra che andrebbe a coprire l’acquisto di Tavano.  

LIVORNO Restasse anche Cristiano Lucarelli, quello dei labronici sarebbe un mercato davvero da incorniciare. Ottimo il tandem d’attacco con l’innesto di Tavano, centrocampo di quantita e gran corsa con Morrone, i gemelli Filippini e quasi certamente con Dhorasoo a portare qualità. Il sacrificio dovrebbe essere appunto quello di Amelia, seguito in Italia da Palermo e Lazio. 

STALLO CHIVU La Roma vuole solo soldi per il difensore romeno, possibilmente 18 milioni. Richiesta giudicata alta dall’Inter che ha effettuato un sondaggio per Barzagli del Palermo, sembra più per mitigare i giallorossi che per vero interesse.
Resta alla finestra il Barcellona che nel frattempo è vicinissimo al francese Abidal.

Riccardo Marchese 

Trezeguet bianconero fino al 2011

David Trezeguet sarà ancora della Juventus

David Trezeguet ha rinnovato il contratto con la Juventus fino al 2011. Dopo gli screzi di fine campionato l’attaccante francese, bianconero da ormai sette stagioni, sembrava destinato a cambiare squadra: infatti il precedente accordo con la società torinese sarebbe scaduto a giugno 2008, situazione che avrebbe portato alla sua cessione per non perderlo a parametro zero fra un anno. 
Diventa ipotizzabile a questo punto il tridente Iaquinta-Trezeguet-Del Piero, suggestione che sulla carta trova il benestare di Ranieri, anche se resta da valutare il futuro di Nedved (con lui più logico il 4-4-2) e l’effettiva coesistenza in campo dei tre.

MERCATO INTER Formalizzato finalmente l’ingaggio di Suazo, sarà presentato domani, la società di via Durini può concentrarsi sull’acquisto di Cristian Chivu. La concorrenza da battere è quella del Barcellona che mette sul piatto 12 milioni di euro più Giuly, elemento ideale nello scacchiere tattico di Spalletti. L’Inter risponde ammaliando il giocatore a cui offre 4,5 milioni a stagione, ma si ferma a 12 con la Roma, con la possibilità di inserire Grosso, che però non piace ai giallorossi.
L’asta continua e l’Inter è pronta ad un ulteriore offerta, l’ultima, di 13 milioni. Se il Barça sale a 15 non ci sarà alcuna replica.

Riccardo Marchese

Atletica: l’Italia torna in SuperLeague

Antonietta Di Martino accanto al tabellone con il suo record. Omar BaiAll’Arena di Milano le "Italie" dell’atletica, sia maschile che femminile, riconquistano la serie A di Coppa Europa, ormai internazionalizzata col nome di SuperLeague. Netto il dominio delle squadre azzurre che sono rimaste sempre al comando delle rispettive classifiche.

RECORD Grande prestazione per Antonietta Di Martino che vince la gara di salto in alto migliorando il suo recente record italiano di un centimetro da 2.02 a 2.03, secondo risultato assoluto dell’anno. L’atleta di Cava de’ Tirreni aveva superato il primato di Sara Simeoni (il 2.01 che resisteva dal 1978) al memorial Primo Nebiolo all’inizio del mese di giugno.
Altro record nazionale, sempre al femminile, arriva nel getto del peso con Chiara Rosa. L’atleta delle Fiamme Azzurre ha lanciato a 19.15, superando così il 19.04 della compagna Assunta Legnante, alla quale resta il record al chiuso con 19 metri e 20 cm. 

L’atletica azzurra conferma i notevoli passi avanti fatti vedere già agli Europei indoor di Birmingham, segnali che fanno ben sperare per i mondiali di Osaka, dove dovremo per forza migliorare il bottino di Helsinki 2005 (solo una medaglia di bronzo, con Alex Schwazer nella 50 Km Marcia).

SUPERLEAGUE La serie A di Coppa Europa, nell’impianto olimpico di Monaco, ha visto le conferme di Russia in campo femminile e della Francia in campo maschile.
I transalpini hanno chiuso con gli stessi punti della Germania (116) e si sono aggiudicati il trofeo grazie al maggior numero di piazzamenti ottenuti (4-4 le vittorie, 5-3 i secondi posti). Terza la Polonia.
Le russe invece hanno dominato il concorso femminile ottenendo la dodicesima coppa consecutiva, sul podio Francia e Germania.

Riccardo Marchese

Dietrofront, Suazo resta dell’Inter. Forse…

Suazo vuole l’Inter. L’accordo raggiunto fra Milan e Cagliari rischia seriamente di diventare carta straccia, anche perché nel contratto dell’honduregno una clausola permetterebbe al giocatore di scegliere il nuovo club, a patto che questo versi nelle casse dei rossoblù 14 milioni.
Si ricapovolge dunque la situazione di questo intrigato caso di mercato che condiziona le strategie delle milanesi.
Nel frattempo si aprono nuovi scenari, il Barcellona ha preso Henry dall’Arsenal per 24 milioni (contratto quadriennale, 10 all’anno al giocatore), e potrebbe ora cedere Eto’o. Risulterebbe difficile infatti far coesistere il camerunense, Ronaldinho, Messi e Henry o pensare di mandare uno dei quattro in panchina.
La Juventus ha ufficializzato intanto la sua nuova coppia di centrocampo: Tiago arriva dal Lione per 13 milioni, Almiron dall’Empoli per 9. 

La Roma ha chiuso la trattativa per il difensore Juan che dovrebbe prendere il posto di Chivu conteso da Inter e Barça. L’ex del Leverkusen ha firmato un contratto triennale per tre milioni a stagione, mentre ai tedeschi vanno 6,3 milioni.

L’apertura delle buste conferma le indiscrezioni: Quagliarella è dell’Udinese per 7,3 milioni, Makinwa resta alla Lazio, Comotto al Torino e Cassetti alla Roma. I bianconeri friulani si aggiudicano anche i giovani Coda e Pepe.
La Sampdoria investe prontamente il denaro ottenuto da Quagliarella prendendo in comproprietà dal Palermo Caracciolo (4,4 milioni) e dal Milan il centrocampista Sammarco. I blucerchiati ufficializzano anche Gastaldello e il portiere Mirante, quest’ultimo in prestito dalla Juve.

Riccardo Marchese

Europei Under 21: Italia all’Olimpiade

Riccardo Montolivo, 22 anni, attaccato da Nani. Grazia Neri

Gli azzurrini di Casiraghi, fallita la qualificazione alle semifinali dell’Europeo, si consolano con il quinto posto che vale come pass per l’Olimpiade di Pechino. La sfida con il Portogallo si decide ai rigori, dopo che nei 120 minuti di gioco il punteggio era restato a reti inviolate. Espulso Rossi (intorno al 70′), dagli undici metri segnano Pellè (cucchiaio alla Totti), Montolivo, Criscito e Palladino, mentre Viviano para e Antunes mette a lato. Finisce 4-3 e il c.t. Casiraghi raggiungendo l’obiettivo minimo salva la panchina. 

PERCHE’ LO SPAREGGIO? All’Europa spettano quattro posti per Pechino, riservati alle semifinaliste della competizione continentale Under 21. Essendo però giunta fra le prime quattro l’Inghilterra, che partecipa alle Olimpiadi nel più vasto insieme della  Gran Bretagna, ed essendo impossibile riunire calcisticamente sotto la stessa bandiera inglesi, gallesi e scozzesi, si è deciso di far affrontare le terze classificate dei gironi.
Da qui lo spareggio Italia – Portogallo.   

Riccardo Marchese

Spezia salvo, Verona in C

La ricorderanno a lungo la stagione 2006/2007 a Verona. Dopo il Chievo, retrocesso in B, tocca all’Hellas che ha la peggio nel doppio confronto con lo Spezia di Soda e retrocede in C per la prima volta nel dopoguerra.
Forti del 2-1 dell’andata, i liguri giocano una partita estremamente difensiva, fanno di tutto per spezzettare il gioco ricorrendo più volte allo strataggemma dell’uomo a terra. Con il passare dei minuti il Verona di Ventura, che pure aveva cominciato bene, si innervosisce e non riesce a trovare il gol che avrebbe portato alla salvezza.
Tutto finisce con i giocatori dello Spezia in festa e con il Verona in C dopo 64 anni.

L’Hellas va ad unirsi alle già retrocesse Arezzo, Crotone, Pescara, mentre fanno il percorso inverso dalla C alla B: Grosseto, Pisa, Ravenna e Avellino.

Riccardo Marchese

Pizarro resta a Roma. Buste per Quagliarella

Sono le comproprietà le protagoniste di questa prima e accesa fase di calciomercato. Chiuso il periodo entro cui trovare gli accordi, per i club ancora in contrasto saranno decisive le aperture delle buste con offerta segreta.
Riescono ad evitarle Roma ed Inter per il cartellino di David Pizarro che è da ieri a tutti gli effetti un giocatore giallorosso.
La seconda metà del centrocampista cileno è costata ai capitolini 5,75 milioni e potrebbe preludere al passaggio di Chivu in nerazzuro.

Non c’è stata intesa invece fra Udinese e Sampdoria che si contenderanno Fabio Quagliarella alle buste. I friulani hanno molto denaro da spendere dopo aver incassato più di 20 milioni dalle cessioni di Muntari e Iaquinta.

Molto attiva la Juventus che ha risolto a proprio favore le compartecipazioni di Nocerino (3,7 milioni al Piacenza) e Molinaro (2,5 al Siena). Vicine alla chiusura le trattative per avere Almiron e Tiago, mentre in uscita è stato ufficializzato il passaggio di Balzaretti alla Fiorentina per 3 milioni e mezzo.

Tris di colpi per il Parma: Parravicini, Gasbarroni e Ferronetti resteranno tutti e tre in Emilia, a titolo definitivo. Continua a muoversi anche il Torino che si è assicurato altri due svincolati Grella e Ventola ed è vicinissimo all’attaccante Bjelanovic, lo scorso anno all’Ascoli.
La Sampdoria ottiene in prestito dalla Juve il portiere Mirante e sempre dai bianconeri a titolo definitivo il difensore Gastaldello, restano in liguria anche Terlizzi e Bonanni le cui comproprietà con il Palermo sono state rinnovate.

Oltre a Quagliarella sapranno il loro destino dall’apertura delle buste: Cassetti (Roma-Lecce), Comotto (Torino-Roma), Makinwa (Lazio-Palermo), Coda (Udinese-Empoli), Matteini (Empoli-Palermo) e Osvaldo (Lecce-Atalanta).

Riccardo Marchese

Suazo al Milan, schiaffo all’Inter

David Suazo, 27 anni, è del Milan. ApL’honduregno David Suazo, ventisettenne di proprietà del Cagliari, dalla prossima stagione vestirà la maglia del Milan. L’accordo tra le due società è stato raggiunto nella notte sulla base di 14 milioni di euro.
La notizia ha sorpreso gli addetti ai lavori perchè Suazo era stato da tempo promesso all’Inter, presso la cui sede aveva già sostenuto le visite mediche. Sul contratto con i rossoneri manca la firma del giocatore, ma il presidente del Cagliari Cellino è stato lapidario: o trova l’intesa con i rossoneri o resta nel capoluogo sardo. Non dovrebbero comunque esserci complicazioni.
A questo punto il reparto offensivo del Milan è al completo e a meno di clamorose cessioni tramontano le varie ipotesi Eto’o, Ronaldinho, Shevchenko o Drogba. Spendendo molto meno in via Turati si sono assicurati un attaccante dal sicuro rendimento.

Tra le altre trattative da segnalare l’ ufficializzazione del passaggio di Vincenzo Iaquinta dall’Udinese alla Juventus. Per l’attaccante campione del mondo i bianconeri verseranno nelle casse dei friuliani 11,3 milioni, pagabili in tre rate, mentre il giocatore guadagnerà circa 2 milioni a stagione.
Ha firmato il suo nuovo contratto anche Eugenio Corini, svincolatosi dal Palermo. Novellino lo ha scelto come regista del suo Torino, accordo annuale per 500.000 euro con opzione di rinnovo per la stagione 2008/’09. 
Napoli e Sampdoria hanno risolto la comproprietà di Maurizio Domizzi, il difensore resterà in Campania visto che il club di De Laurentis ha acquistato l’altra metà del suo cartellino per 1,5 milioni di euro. Resta ancora incerta invece la comproprietà più in vista di questo calciomercato, quella di Fabio Quagliarella. L’Udinese vorrebbe monetizzare in questo momento favorevole, la Samp opterebbe per rinnovare l’accordo. Trattativa da chiudere entro le ore 19 di mercoledì 20 per evitare le buste.

Riccardo Marchese 

Fenomeno Hamilton

Champagne per Lewis. ReutersE’ passato poco più di un mese da quel 13 maggio, data del G.p di Spagna e dell’ultima vittoria della Ferrari con Massa. Le indicazioni allora erano di una continua crescita della rossa e del brasiliano, mentre dava le prime avvisaglie la cattiva sorte che accompagna da sempre il finlandese Raikkonen. Da Montmelò a Indianapolis, passando nel mezzo per Monaco e Montreal, lo scenario è totalmente capovolto. La McLaren domina nel Principato, tracciato incompatibile con il passo lungo della Ferrari, vince in Canada e negi Stati Uniti con la rivelazione Hamilton.
La crisi a Maranello è ufficialmente aperta, soprattutto per i risultati nella doppia trasferta oltreoceano, con Raikkonen 5° e 4° e Massa squalificato e 3°, rispettivamente a Montreal e Indianapolis due piste storicamente amiche della rossa. Cresce il ritardo in classifica, crescono i problemi…
Ron Dennis invece può coccolarsi il suo giovane gioiello: Lewis Hamilton, ventiduenne con all’attivo sette podi su sette corse disputate in Formula1, ora con due vittorie consecutive (su due tracciati dove non aveva mai corso) e il primo posto nel mondiale con 10 punti di vantaggio sul sempre più nervoso Alonso. Per l’era post Schumacher una garanzia.

Riccardo Marchese

La nuova A sceglie i mister

Quasi completo il quadro delle panchine per il prossimo campionato di massima serie. A meno di clamorose sorprese, manca all’appello solo la Reggina che potrebbe ufficializzare fra qualche giorno Ficcadenti.
Come nell’ultimo torneo non ci saranno allenatori stranieri, un dato questo che porta ad una doppia ed antitetica considerazione: 
1) i nostri tecnici sono davvero i migliori;
2) il calcio italiano sta entrando in una stagione di autarchia, una fase di autoesclusione dal più vasto panorama europeo.

Ecco la situazione panchine:

INTER Mancini confermato
ROMA Spalletti confermato
MILAN Ancelotti confermato
LAZIO Rossi confermato
FIORENTINA Prandelli confermato
PALERMO Colantuono nuovo
EMPOLI Cagni confermato
ATALANTA Del Neri nuovo
SAMPDORIA Mazzarri nuovo
UDINESE Marino nuovo
LIVORNO Orsi confermato
PARMA Di Carlo nuovo
CATANIA Baldini nuovo
REGGINA Ficcadenti ? nuovo
SIENA Mandorlini nuovo
CAGLIARI Giampaolo confermato
TORINO Novellino nuovo
JUVENTUS Ranieri nuovo
NAPOLI Reja confermato
GENOA Gasperini confermato

     Di Carlo è il nuovo allenatore del Parma              La Juve ricomincia da Ranieri

                                                          Riccardo Marchese