La lotta è per la Champions

Luca Toni (Ansa)Nella giornata che chiude definitivamente il discorso per lo scudetto, con l’Inter che porta il proprio vantaggio a 16 punti sulla Roma, va rilevata una compressione della classifica nella zona che vale i preliminari di Champions. Il Palermo continua a vivere un periodo estremamente negativo, dall’infortunio di Amauri in poi i siciliani hanno dilapidato il vantaggio sul gruppo ed ora si ritrovano con due soli punti di vantaggio sulla Lazio, ma con una partita in meno da giocare. I biancocelesti soffrono ma battono la Sampdoria ottenendo il quarto successo consecutivo e confermandosi al quarto posto. Non molla neppure l’Empoli, corsaro sul campo dell’Udinese, e continua la sua rincorsa anche il Milan che nell’anticipo serale va in svantaggio ma poi rimonta e chiude 3-1 contro il Chievo. Sempre di rimonta resta agganciata al treno Champions la Fiorentina che rifila cinque reti al Torino, due di Toni, dopo essere andata sotto per un gol di Rosina. I viola senza la penalizzazione avrebbero oggi 50 punti, solo quattro in meno della Roma.
 
Giornata importante nella lotta salvezza, soprattutto per il Messina che batte nel derby siciliano il Palermo grazie alla doppietta del redivivo Riganò. Con i suoi gol la strada verso la salvezza sarà sicuramente meno in salita. Torna alla vittoria anche il Cagliari, 2-0 all’Atalanta, mentre la delicata sfida fra Parma e Reggina termina con un pareggio, raggiunto dai ducali al quinto minuto di recupero con un rigore di Rossi, che ne aveva fallito già uno nel primo tempo. Chiude il quadro di questo ventiseiesimo turno il pari tra Catania e Siena.
Riccardo Marchese

Pubblicato il 4 marzo 2007, in Senza categoria con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. utente anonimo

    La verità è che esiste un sabotaggio contro il Palermo!

  2. Nessun complotto antipalermo…e che sarà mai? Il Real Madrid di casa nostra, così forte da volerlo tagliar fuori? Abbiamo semplicemente arbitri poco capaci, per usare un eufemismo.

    Riccardo, quanto a Pippo Franco, non hanno parlato della leggenda che lo vuole sostituito da un sosia, che ne prese nome e connotati dopo la sua morte.
    Però io la conoscevo già, e lui stesso rise molto raccontandola…

    Ciao!
    Nico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: