Archivio mensile:febbraio 2007

A volte ritornano. Riecco De Biasi e Giampaolo

ZaccheroniResta movimentato il campionato di massima serie per gli allenatori, gli ultimi a pagare sono Alberto Zaccheroni, esonerato dal Torino del patron Cairo, e Franco Colomba allontanato dal Cagliari di Cellino. Un filo comune lega le due società: entrambe richiamano i vecchi allenatori e si affronteranno nel prossimo turno infrasettimanale. Proprio l’imminente confronto nella lotta salvezza, che si giocherà all’Olimpico di Torino, sembrava poter salvare momentaneamente i due tecnici, ma così non è stato. Alla vigilia di una sfida molto importante i due presidenti hanno preferito dare la consueta “scossa” alle rispettive squadre cambiando l’allenatore.
Zaccheroni paga le sei sconfitte consecutive che hanno fatto scivolare i granata dalla lotta per l’Europa a quella per la salvezza. A risollevare il Toro è stato richiamato Gianni De Biasi, mandato via a tre giorni dall’inizio del campionato. Una scelta sbagliata allora: inconcepibile esonerare l’allenatore, che veniva dalla promozione in A e che aveva plasmato la squadra durante il ritiro estivo, senza dargli nemmeno la possibilità di giocare.
Neppure a Colomba sono bastati sette punti in otto partite, solo uno però nelle ultime quattro, fatale la battuta d’arresto interna contro la Lazio. Torna sulla panchina rossoblu Marco Giampaolo che aveva conquistato 16 punti in 16 partite lasciando i suoi a +5 sulla zona retrocessione, margine riconsegnatogli leggermente assottigliato, oggi il Cagliari ha tre punti in più delle terzultime e la salvezza sembra dipendere esclusivamente dalle giocate dell’honduregno Suazo.
Con questi due cambi sale a quota 10 il numero di esoneri in A, considerando anche il licenziamento lampo poi rientrato di Arrigoni a Livorno.
Riccardo Marchese

Sei Nazioni: Italia vince in Scozia

L’Italia del rugby all’ottava partecipazione nel torneo Sei Nazioni ottiene la sua prima vittoria in trasferta. L’impresa avviene allo stadio Murrayfield di Edimburgo in Scozia, il punteggio finale è di 37-17. Segnali positivi erano arrivati già dalla sfida ai campioni del mondo dell’Inghilterra, durante la quale gli azzurri avevano realizzato anche una meta. Il prossimo incontro al Flaminio contro il Galles potrebbe portare per la prima volta ad un doppio successo nella stessa edizione del torneo europeo più importante.

    Riccardo Marchese

Rugby, lo storico successo dell'Italia

Inter 17! Milan nel finale

Continua senza intoppi la serie di vittorie consecutive dell’ Inter giunta a quota diciasette. Ultima vittima il Catania che sul neutro di Cesena soccombe per 5-2. Gli etnei continuano a pagare a caro prezzo l’allontanamento dal Massimino e la loro classifica sembrerebbe destinata a peggiorare. Torna al successo dopo il k.o. di Empoli la Roma che travolge per 3-0 una irriconoscibile Reggina. A sbloccare la partita è Tavano, al primo gol in campionato, mentre Totti fallisce il sesto rigore stagionale.

L'imperioso stacco di Massimo Ambrosini. DfpLa lotta per la Champions registra le vittorie delle favorite: il Milan dopo il successo nei minuti di recupero sul campo del Siena si ripete in casa contro la Sampdoria, decide Ambrosini al 90′ ; la Lazio espugna il Sant’Elia di Cagliari con il punteggio di 2-0 grazie alle reti di Cribari e ad un capolavoro di Rocchi, dribbling stretto e tiro a giro sotto l’incrocio; la Fiorentina vince il derby toscano per l’Europa contro l’Empoli, a segno la coppia d’oro Mutu-Toni, arrivati a 24 gol in due.

In coda trovano un pari in trasferta Parma e Ascoli, rispettivamente a Udine e a Livorno, ma il colpo della domenica è quello del Messina che allo scadere batte il Siena grazie ad un tiro dalla distanza di Alvarez. Nell’anticipo del sabato pomeriggio il Chievo aveva battuto il Torino al Bentegodi infliggendo ai granata la sesta sconfitta consecutiva. Per Zaccheroni decisivo il turno infrasettimanale contro il Cagliari.

Riccardo Marchese

 

I mondiali di Anja, regina di Svezia

Non ci sono dubbi nell’assegnare ad Anja Paerson il premio di migliore atleta nei recenti campionati del mondo di sci alpino. Cinque le medaglie conquistate: tre d’oro (superG, discesa e combinata), una d’argento ottenuta nella prova a squadra, e una di bronzo arrivata dallo slalom, disciplina dove gli uomini svedesi, favoriti dal pronostico, hanno profondamente deluso. La Paerson ha infiammato il pubblico di Aare sfruttando al meglio il fatto di giocare in casa e di conoscere l’infida neve svedese (sicuramente non per lei…). 

Per l’Italia da celebrare tre comprimari: Patrick Staudacher, oro a sorpresa nel superG, Manfred Moelgg, medaglia d’argento nella prova di slalom nonostante il mal di schiena, e Denise Karbon, bronzo nel gigante con tanto di rimonta dal 12° posto dopo la prima manche. Male invece le nostro stelle con Peter Fill sempre fuori dai dieci nelle quattro gare da lui disputate e con Blardone e Rocca usciti anzitempo.

Nel medagliere chiude prima l’Austria, oro nella prova a squadra, nella discesa femminile con la Hosp e nello slalom maschile con Mario Matt, secondi i padroni di casa della Svezia. Azzurri quinti dietro alla Norvegia, che ringrazia Svindal per i due titoli in discesa e gigante, e alla rivelazione Svizzera che conquista ben sei podi, unico oro quello di Albrecht nella combinata.   

    Riccardo Marchese

 

Staudacher campione del mondo

Afp
Inizia nel migliore dei modi l’avventura degli italiani ai mondiali di sci alpino ad Aare in Svezia. Nella gara d’apertura, disciplina Super G maschile, Patrick Staudacher ha conquistato la medaglia d’oro, precedendo l’austriaco Fritz Strobl e lo svizzero Bruno Kernen. La vittoria dell’azzurro è stata una vera sorpresa, visto che il suo miglior risultato stagionale in Coppa del Mondo era un quinto posto ottenuto in discesa, mentre in Super G non era andato oltre l’ottava piazza.
La vittoria nella disciplina più giovane dello sci alpino diventa qualcosa di storico per i nostri colori, infatti il miglior precedente di un italiano ai mondiali era un quinto posto di Tomba.
Delusione invece per la prestazione di Peter Fill, il più atteso fra i nostri atleti si è piazzato solo al 14° posto, per lui ancora grandi possibilità di podio sia in combinata che in discesa.
Va male anche alle ragazze che sempre in Super G non entrano nemmeno fra le prime quindici nella gara vinta dalla svedese Anja Paerson, beniamina di casa nonché campionessa del mondo in carica. Salgono sul podio l’americana Lindsey Kildow e l’austriaca Renate Goetschl, rispettivamente argento e bronzo, mentre l’azzurra meglio piazzata è Johanna Schnarf con il 17° tempo.
Prossima gara, salvo ulteriori rinvii dettati dalle condizioni meteo, sarà la combinata maschile in programma per giovedì 8 febbraio.  
Riccardo Marchese
 

Il calcio chiude

Un altro fermo immagine degli scontri a Catania. AnsaTragedia nel mondo sportivo italiano. Un agente di polizia è morto durante gli scontri successivi al derby siciliano Catania – Palermo. Già durante l’incontro si erano verificati dei lanci di fumogeni in campo che avevano portato alla sospensione della partita. Gli organi sportivi hanno disposto un blocco dei campionati fino a tempo indeterminato.