Landis nella leggenda del Tour

La grinta di Landis all'arrivo. Con l'impresa di oggi risale in terza posizione nella classifica generale (ieri era scivolato in undicesima) ed è di nuovo in corsa per la vittoria finale (anche perché sabato c'è la cronometro, dove è molto forte). ReutersDegno dell’oscar per la miglior sceneggiatura il tour ha vissuto oggi una giornata storica. Dopo l’impresa di Rasmussen, le Alpi incoronano Floyd Landis. Nessuno avrebbe più scommesso sull’americano visto il distacco accumulato ieri, quasi undici minuti, invece l’atleta della Phonak ha reagito con orgoglio tornando in gioco per la vittoria finale. Un’azione epica la sua, di ciclismo d’altri tempi, cominciata quando al traguardo mancavano 150 Km. Gli avversari lasciano fare visto il cospicuo distacco in classifica, ma Landis non vuole solo vincere la tappa, vuole strabiliare, vuole rimettersi in gioco per qualcosa di più importante. Questo gli avversari non lo capiscono, stanno insieme in gruppo mentre il vantaggio dell’americano arriva a sfiorare i dieci minuti. Un uomo solo davanti sembra non far paura, così il buon Landis, doma un colle dopo l’altro, raggiunge e stacca chi era andato in fuga prima di lui e si presenta ai piedi dell’ultima salita, il Col de Joux-Plane asperità più dura di giornata, con sei minuti e mezzo di vantaggio sul gruppo maglia gialla. Come accaduto durante tutto il Tour gli uomini di classifica si danno battaglia solo sull’ultima ascesa, parte Sastre che si dimostra il più aggressivo, dietro di lui soffrono Kloden, Evans e Menchov, mentre sorprende la tenuta di Pereiro Sio che riesce a conservare la maglia di leader della classifica. Una classifica mai così corta nella storia del Tour a sole tre tappe dalla fine: dietro Pereiro c’è Sastre a 12 secondi e Landis a 30.
Brillante anche oggi Damiano Cunego, quarto al traguardo, riesce a sfilare al tedesco Fothen della Gerolsteiner la maglia bianca di miglior giovane. Difficile per il veronese portarla a Parigi per via della cronometro di sabato che deciderà questo Tour mai così incerto.
Annunci

Pubblicato il 20 luglio 2006, in Senza categoria con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. mi sa ke mi sono perso una tappa leggendaria…
    landis sembrava spacciato ed è risorto. ora secondo me è strafavorito xò pereiero è 1incognita e sastre si difende a cronometro.
    kloden può salire sul podio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: